Modena Motor Gallery, una mostra per i 130 anni di Tazio Nuvolari

465 0
465 0

Nella festa per il suo decennale Modena Motor Gallery, onora e celebra il grande Tazio Nuvolari in occasione dei 130 anni dalla sua nascita. I padiglioni della mostra-mercato di auto e moto d’epoca che ogni anno richiama al Quartiere Fieristico modenese migliaia di fans entusiasti, ospiteranno un’esposizione di auto, moto e cimeli riguardanti il mitico ‘Nivola’: un omaggio dovuto, a Modena, nella Motor Valley.

In occasione di una edizione che sarà speciale, per i dieci anni di vita, nei giorni 24 e 25 Settembre 2022, gli organizzatori di Vision Up, in collaborazione con ModenaFiere, hanno messo in cantiere diverse iniziative di prestigio, compresa la mostra omaggio a colui che Enzo Ferrari e Ferdinand Porsche ritenevano il più grande pilota di tutti i tempi.

Tazio Nuvolari, detto il mantovano volante, come riconosciuto universalmente da tifosi e appassionati, non è solo un grande pilota del passato, è una figura eroica, leggendaria che conoscono non solo i tifosi delle corse automobilistiche ma che è ricordato anche come icona di un’epoca e di un modo di essere intrepido, fissato nel cuore degli italiani anche da una nota canzone di Lucio Dalla.

La mostra, che sarà intitolata “Il campione di ieri: Nuvolari 130 anni”, verrà realizzata in collaborazione con la Scuderia Tazio Nuvolari Italia e Aci Mantova e ricorderà al pubblico le gesta irripetibili di questo campione, in una scenografia coinvolgente, con filmati d’epoca e gigantografie, e con alcuni modelli significativi di moto e auto con le quali Nuvolari ha gareggiato, accessori e cimeli che ne testimoniano la vita e la carriera. Il pilota mantovano, dopo strepitosa vittoria alla Mille Miglia 1930, quando spense appositamente i fanali in notturna per sorprendere il compagno di team Varzi e batterlo in volata, vincerà anche a Monza.

L’epopea di un campione

Nuvolari, capace di infiammare le folle, fu considerato per molti anni ambasciatore dell’Italia, un uomo moderno (definito l’ultimo degli antichi, il primo dei moderni). Ambasciatore d’Italia ma anche di Modena: la modenesità di Nuvolari si chiama Ferrari e Maserati. Quando i due ‘grandi’, Ferrari e Nuvolari, si incontrano, danno vita ad un’epopea, che le esperienze personali e professionali di entrambi fanno prima crescere e poi esplodere le loro leggende. I due si conoscono nel 1924, ma solo sei anni dopo, nel 1930, Ferrari lo vorrà come pilota di punta della sua neonata scuderia in Alfa Romeo.

Poi c’è Maserati: nel 1933, reduce da una lite con Ferrari, dovuto al rifiuto di creare un team insieme, Tazio Nuvolari firma un accordo con la Casa del Tridente di nascosto dal Drake. Con la Maserati 8CM ‘Nivola’ ottiene straordinarie vittorie, poi nel 1934 con la Maserati 6C-34 progettata da Ernesto Maserati, avrà un finale di stagione esaltante con vittorie prestigiose compresa quella del 14 ottobre al Circuito di Modena. Resta leggenda l’aneddoto di quando Tazio Nuvolari si presentò a Livorno con una Maserati e nei giorni prima della corsa la tenne nascosta nel negozio di un ciabattino per evitare di farsi scoprire da Enzo Ferrari.

La manifestazione, organizzata da Vision Up e ModenaFiere, è realizzata in partnership con ACI Storico, Motor Valley Development e BPER Banca, con il sostegno di Camera di Commercio di Modena, Comune di Modena, Fondazione di Modena e con il supporto di B.I.G. Broker Insurance group, ASI, Circolo della Biella, Club Motori di Modena, Musei Ferrari.

Ultima modifica: 11 luglio 2022