Mini Cooper SE Countryman All4, l’ibrido plug-in alla prova Panamericana

1315 0
1315 0

Dal Texas alla Terra del Fuoco. Quasi 17 mila chilometri attraverso 12 stati del Nord, Centro e Sud America. Alla prova della Panamericana si misureranno tre Mini Cooper SE Countryman All4. Il primo modello ibrido plug-in del marchio percorrerà una delle autostrade più incredibili del mondo.

Una delle soste avverrà a San Luis Potosí, luogo in cui l’anno prossimo verrà avviata la produzione di veicoli in un nuovo stabilimento del Gruppo BMW. Il tour, che si estende lungo il collegamento stradale nord-sud più lungo del mondo, toccherà il Guatemala, l’Honduras, il Nicaragua, la Costa Rica, Panama, la Colombia e l’Ecuador. Il percorso attraversa inizialmente il Perù e il Cile per estendersi poi lungo la costa atlantica fino a Ushuaia nella parte argentina della Terra del Fuoco. L’arrivo nella città più meridionale del mondo è previsto per il 29 agosto 2018.

Le modifiche

In vista di questo viaggio impegnativo, le Cooper SE Countryman All4 sono state adeguatamente attrezzate. Fari supplementari, pneumatici abilitati alla guida di emergenza e uno spazio di carico sul tetto della vettura munito di ruota di scorta. Tutti elementi che dimostrano l’eccellente equipaggiamento delle vetture, pronte ad affrontare eventuali difficoltà durante il percorso.

La combinazione fra un motore a benzina a 3 cilindri e un azionamento elettrico conferisce alla vettura una potenza di sistema di 224 CV. La sua batteria agli ioni di litio consente viaggi puramente elettrici con un’autonomia fino a 40 chilometri.

Ultima modifica: 23 Luglio 2018