Mercedes richiama negli USA i GLS 2020-2022: i sedili non sono fissati bene

1288 0
1288 0

Negli Stati Uniti Mercedes-Benz sta operando un richiamo per quasi 60 mila SUV Mercedes GLS prodotti fra il 2020 e il 2022. Il recall è stato organizzato a causa di un potenziale difetto di produzione che riguarda i meccanismi di bloccaggio dello schienale dei sedili della terza fila.

I veicoli che presentano un montaggio non corretto di queste componenti potrebbero registrare un distaccamento dei sedili, pericoloso soprattutto in caso di incidente: i passeggeri potrebbero essere sbalzati violentemente, con il rischio di lesioni gravi.

Leggi anche: Richiamo per Audi negli Stati Uniti: problemi con l’airbag per A3, S3 e RS 3

“Le molle nel meccanismo di bloccaggio della terza fila di sedili sinistro e destro potrebbero non essere state installate secondo le corrette specifiche di produzione”, dice Mercedes-Benz nel suo rapporto alla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), “In caso di incidente, non si può escludere un guasto del blocco dello schienale, che potrebbe aumentare il rischio di lesioni per gli occupanti del veicolo”.

Non essendo un problema elettronico, i proprietari delle auto incriminate non possono scoprire il difetto tramite qualche spia o indicatore sul cruscotto. Per questo Mercedes-Benz ha pensato di richiamare ben 59.574 veicoli, tra GLS 450, 580 e AMG GLS63 prodotti tra il 2020 e il 2022. Non tutti i veicoli prodotti in questo intervallo di tempo sono difettati. L’azienda tedesca afferma di non aver ricevuto segnalazioni di incidenti o lesioni dovuti a questo difetto. Nel corso delle prossime settimane, entro fine novembre, Mercedes distribuirà gli avvisi di richiamo a tutti i proprietari negli Stati Uniti.

Ultima modifica: 13 Ottobre 2022