Mercedes richiama 50mila furgoni Sprinter negli USA per un difetto al freno di stazionamento

1458 0
1458 0

Negli Stati Uniti Daimler ha avviato un’azione di richiamo per circa 50mila furgoni Mercedes-Benz e Freightliner Sprinter. I veicoli coinvolti potrebbero essere difettati: nello specifico, un errore di programmazione del gruppo propulsore potrebbe portare il furgone a muoversi da solo nonostante il selettore del cambio si trovi nella posizione “parcheggio”.

Il recall è stato avviato a seguito di un’indagine della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), la severa agenzia statunitense che vigila sulla sicurezza stradale. La particolarità di questo richiamo, però, è data dal fatto che non si conoscono le cause del difetto.

Leggi anche: Mercedes: richiamo negli Stati Uniti per rischio incendio

L’indagine è stata avviata dopo una decina di segnalazioni provenienti dagli utenti, che hanno raccontato di furgoni Sprinter che si muovevano nonostante fossero spenti con la funzione parcheggio attiva: insomma, con il freno a mano tirato. Gli ingegneri Daimler non sono riusciti ancora a trovare il motivo per cui si genera tale malfunzionamento.

Così recita il rapporto Daimler: “Durante gli approfonditi test Mercedes-Benz ha osservato un errore nella funzione di blocco, raro e temporaneo, su un piccolo numero di veicoli. Eppure, nonostante le intense indagini, i test, le analisi e le valutazioni, non è stata ancora identificata e confermata una causa tecnica chiara e specifica”.

Come già accennato, la campagna di richiamo coinvolge modelli Mercedes-Benz e Freightliner Sprinter prodotti tra il 2019 e il 2021, con freno di stazionamento manuale e cambio automatico a sette rapporti. Non conoscendo le cause, Mercedes-Benz non ha ancora indicato quale sarà il rimedio per risolvere il problema. Ad ogni modo, entro la fine di gennaio i clienti interessati riceveranno una notifica ufficiale da parte dell’azienda.

Ultima modifica: 10 Gennaio 2022