McLaren è al lavoro per proporre un SUV elettrico

570 0
570 0

Sono al momento solo indiscrezioni, ma appaiono come assolutamente verosimili: McLaren sta preparando il suo primo SUV e sarà anche elettrico. Si prevede l’arrivo entro il 2030.

Leggi anche: McLaren prepara un SUV elettrico: è per il campionato Extreme E

Ne parlano i media inglesi, in particolare il sito Autocar: McLaren è al lavoro per sviluppare un nuovissimo crossover ad alte prestazioni e a zero emissioni. Un progetto che va in contraddizione con ciò che dichiarò la casa inglese diverso tempo fa, ossia che avrebbe continuato a produrre solo supercar e hypercar. Un po’ come Aston Martin, Lamborghini, Porsche e Ferrari, solo per citare alcuni dei principali competitor della casa inglese, anche McLaren sembra aver compreso che la categoria SUV ad alte prestazioni è decisamente una miniera d’oro in termini di vendite.

Con ogni probabilità il SUV McLaren avrà un assetto ribassato e volumi compatti. Monterà forse due o tre motori elettrici, restituendo prestazioni da gara, come quelle dell’Aston Martin DBX 707, al momento il più veloce SUV di produzione del mondo.

Per capire l’importanza dei SUV nel catalogo dei marchi premium, basta dare un occhio ai dati di aziende come Porsche, le cui vendite nel 2021 sono state rappresentate per la metà proprio dai modelli Macan e Cayenne, o Lamborghini, che sempre nel 2021 ha registrato un rapporto di vendite tra Urus e Huracan di due a uno. Anche la metà delle vendite di Aston Martin sono da imputare al DBX, nelle sue diverse varianti.

Il cambio idea di McLaren è forse anche il frutto dell’imminente arrivo del nuovo CEO, Michael Leiters, ingegnere tedesco che per oltre dieci anni ha lavorato in Porsche supervisionando proprio lo sviluppo di SUV come il Macan e il Cayenne. Non solo: Leiters è stato anche in Ferrari nel 2014, in qualità di capo funzionario tecnico durante la progettazione del primo SUV del Cavallino, il Ferrari Purosangue.

Al momento, comunque, non ci sono conferme ufficiali da parte di McLaren.

Ultima modifica: 15 giugno 2022