La strategia Hyundai: guida autonoma, elettrificazione e idrogeno

1686 0
1686 0

In questi giorni Hyundai ha svelato l’aggiornamento della sua strategia di business per i prossimi anni in un forum destinato agli investitori. I piani dell’azienda coreana prevedono nuove iniziative di elettrificazione, lo sviluppo di veicoli autonomi e l’aggiunta di sistemi di aggiornamento over-the-air.

La nuova Ioniq 5, di cui abbiamo parlato in questo articolo, sarà il primo passo verso una rinnovata gamma a emissioni zero, da completare entro il 2040, basata sulla nuovissima piattaforma modulare battezzata E-GMP. Dopo di lei vedremo prossimamente tutta una serie di iniziative inedite. Prima fra tutte il lancio di un nuovo marchio dedicato esclusivamente allo sviluppo di celle a combustibile a idrogeno, chiamato HTWO.

“Con HTWO, Hyundai Motor Group sta intensificando gli sforzi per lo sviluppo di un sistema di celle a combustibile a idrogeno di ultima generazione che può essere applicato a varie forme di mobilità, come automobili, navi e treni”. Così recita un comunicato ufficiale della casa di Seul. Questo futuro sistema di celle a combustibile, dicono sempre da Hyundai, non solo potrà essere utilizzato per svariati prodotti e servizi di mobilità, ma sarà anche in grado di fornire prestazioni e durate migliori a prezzi più accessibili.

Altro aspetto interessante della rinnovata strategia di Hyundai, riguarda il futuro lancio di aggiornamenti software over-the-air (a partire già dal 2021), ossia la possibilità di ottimizzare i sistemi dei veicoli a distanza, attraverso il cloud. Hyundai ha anche intenzione di buttarsi nel mondo della guida autonoma: dal 2022 vedremo tecnologie di livello 3, in grado di supportare funzionalità di livello 4 e 5 (il livello di automazione massimo).

Hyundai andrà a toccare anche altri settori: nei piani dell’azienda troviamo infatti anche la volontà di sviluppare mezzi aerei elettrici e ibridi, fra il 2026 e il 2028.

Complessivamente, l’azienda coreana prevede di investire circa 55 miliardi di dollari (45 miliardi di euro) nella sua nuova strategia di business.

Ultima modifica: 11 Dicembre 2020