La nuova Nissan Qashqai avrà anche due nuovi motori ibridi

2740 0
2740 0

Non è proprio una sorpresa, ma una conferma di voci che girano già da qualche tempo. Stiamo parlando del fatto che la nuova Nissan Qashqai, la terza generazione del celebre SUV giapponese in arrivo il prossimo anno, si presenterà con due inedite motorizzazioni ibride.

La futura Qashqai, come già noto, si baserà sulla nuova piattaforma CMF firmata dall’alleanza Renault-Nissan, pensata proprio per supportare lo sviluppo di veicoli elettrificati. Uno dei due propulsori ibridi sarà un convenzionale ePower Nissan, già usato ad esempio sulla Note. L’altro powertrain avrà invece una connotazione plug-in e verrà preso in prestito a livello tecnologico da Mitsubishi: si tratterà di un motore benzina che funzionerà da generatore per la ricarica della batteria, la quale a sua volta si occuperà di alimentare il propulsore elettrico.

Ponz Pandikuthira, vicepresidente Nissan per la pianificazione europea, spiega brevemente la strategia: “Stiamo studiando la tecnologia ePower per l’Europa. La differenza più grande quando si realizzano questi veicoli con generatore a bordo è la guida in autostrada: in Giappone, in genere, non si va oltre gli 80 – 100 km/h. In Europa invece si arriva anche ai 130 km/h. A tali velocità si finisce per esaurire la batteria molto rapidamente, quindi il range extender deve lavorare molto duramente per mantenere l’energia costante, uscendo dunque dal ventaglio di prestazioni efficienti”.

Le motorizzazioni ibride per la nuova Qashqai saranno dunque delle prove, per comprendere quali siano le migliori soluzioni a livello di propulsione in un mondo, quello dell’automobile, che sta sempre più viaggiando verso l’elettrificazione.

Ultima modifica: 5 Dicembre 2019