Jaguar Land Rover: stop di due settimane alla fabbrica di Solihull

1966 0
1966 0

Da oggi, 22 ottobre 2018, la storica fabbrica Jaguar Land Rover di Solihull interrompe la produzione fino al 5 novembre. Due settimane di pausa annunciate, decise per far fronte a un significativo calo di vendite dei modelli JLR avvenuto nel corso dell’ultimo anno.

Leggi anche: Land Rover sposta la produzione del Discovery in Slovacchia

A settembre 2018 si è registrato infatti un meno 12,3% rispetto allo stesso periodo del 2017, nonostante JLR dichiari l’esistenza di una “forte” domanda rispetto ai suoi nuovi modelli di lusso, come Range Rover Velar e Jaguar I-Pace.

È il mercato cinese il principale indiziato per questo declino. In Cina le vendite JLR sono diminuite del 46,4% in dodici mesi, un dato pesante se si pensa che la piazza orientale rappresentava la principale fonte di guadagni per il marchio inglese, con circa il 45% delle vendite totali. Uno scivolone dettato da diversi fattori: fluttuazione dei dazi, tensioni commerciali e, soprattutto, caccia alle streghe contro i veicoli diesel.

Leggi anche: Volkswagen Golf in crisi? Stop alla produzione per una settimana

Al momento però l’azienda non vuole creare allarmismi. La chiusura temporanea della produzione rientra in una strategia di adeguamento dei costi in base alle curve di domanda del mercato. “Jaguar Land Rover”, ha dichiarato un portavoce dell’azienda, “si concentra sul raggiungimento dell’efficienza operativa, allineando l’offerta in base alla domanda fluttuante del mercato a livello globale”, e aggiunge che “gli ordini dei clienti non subiranno alcun impatto e gli impiegati continueranno a ricevere la loro paga per tutta la durata dello spegnimento dell’impianto”.

Ultima modifica: 22 Ottobre 2018