A Imola nel Lamborghini Super Trofeo Europa doppietta di Max Weering e Loris Spinelli, buon esordio di Pedrosa

330 0
330 0

Doppietta Max Weering e Loris Spinelli nell’esordio a Imola dellaa stagione 2022 del Lamborghini Super Trofeo Europa. L’equipaggio del team Bonaldi Motorsport, dopo avere dominato la prima gara di sabato, è riuscito a concedere il bis al termine di una Gara 2 condizionata da tre safety car. Secondo posto per il binomio della VS Racing formato da Jean-Luc D’Auria e Stéphane Tribaudini, entrambi al loro debutto nella serie che sul circuito del Santerno ha visto anche esordire le nuove Huracán Super Trofeo EVO2. Milan Petelet e Dmitry Gvazava hanno concluso terzi e primi della Pro-Am con una delle due vetture della Target Racing. Due su due nella classe Am per Gabriel Rindone (Leipert Motorsport), che si era imposto anche in Gara 1, mentre nella Lamborghini Cup il successo è andato all’olandese Gerard Van der Horst.

Ottima prova del tre volte campione del mondo di motociclismo Dani Pedrosa. Lo spagnolo, che in questa circostanza ha fatto il suo debutto in auto, si è reso protagonista di un primo stint di guida consistente che lo ha visto progressivamente risalire bene dalla undicesima fila iniziale, lasciando poi il volante della vettura n.29 della Rexal FFF Racing Team al suo compagno Antonin Borga, al traguardo ottavo assoluto e quarto della Pro-Am.

In pole al via c’è Brendon Leitch, che sfila primo nell’ordine seguito da Weering e Marzio Moretti. Ma un contatto alla curva della Tosa tra Jean-Francois Brunot e Oliver Freymuth porta subito in pista la prima safety car. Nel frattempo Raffaele Giannoni, che scattava dal fondo della griglia, finisce in testacoda e poi riparte. Quattro giri di neutralizzazione e il nuovo via con Leitch sempre davanti. I primi due sembrano fare il vuoto. Intanto Andrzej Lewandowski supera Rindone e prende il comando della classe Am, mentre Hans Fabri guida il plotone della Lamborghini Cup.

Al sesto giro esce di scena Moretti, che a causa di un problema precipita nelle retrovie. Ad approfittarne è D’Auria, entrando nella top 3. Bella la lotta per il sesto posto assoluto tra Josef Zaruba e Amaury Bonduel. Si gira invece Emanuel Colombini, mentre Cyril Leimer finisce nella ghiaia della Rivazza e viene esposto il cartello del Full Course Yellow.

Si apre la finestra dei pit-stop. Leitch e Weering effettuano la sosta. Spinelli rientra in pista davanti a Gerhard Watzinger (che ha rilevato Leitch sulla Lamborghini numero 70 del team Leipert Motorsport) e appena dietro a Gvazava. Viene chiamata in causa nuovamente la safety car che ricompatta il gruppo. A 13 minuti dallo scadere del tempo utile, la ripartenza. Gvazava resiste inizialmente agli attacchi di Spinelli, mentre Watzinger scivola dietro, sfilato da Tribaudini, Manuel Bejarano (alla fine quarto con i colori di Imperiale Racing) e Lewis Williamson. Lo scozzese dell’Oregon Team, in equipaggio con Massimo Ciglia, si posiziona quinto e secondo della Pro-Am davanti a Oscar Lee e Dan Wells (Rexal FFF Racing Team). Nella Am va al comando Stéphan Guerin, mentre Fabri continua a dettare il ritmo nella Lamborghini Cup.

Dopo un paio di giri, alla discesa che porta alla Rivazza, Spinelli supera Gvazava e si porta al comando guidando un serpendone di vetture. Van der Horst scavalca Fabri e diventa il nuovo leader della Lamborghini Cup. Watzinger si gira all’ingresso della Piratella, mentre Holger Harmsen si insabbia in seguito ad un contatto con Elie Dubelly. Terza safety car a poco più di cinque minuti dal termine.

A circa 120 secondi dalla conclusione, ancora il semaforo verde. Spinelli prende subito un buon margine su tutti gli altri e rimane in testa nonostante gli venga comunicata una piccola penalità di 0″303. Gvazava invece mantiene il secondo posto e la leadership della Pro-Am davanti a Tribaudini, ma dopo l’arrivo deve pagare a sua volta una penalità di 0″612 che lo fa scivolare una posizione dietro. Rindone festeggia la vittoria nella Am davanti a Lewandowski e Giannoni, quest’ultimo autore di una bella rimonta. Nella Lamborghini Cup, al traguardo Van der Horst precede sempre Fabri, con François Grimm (Boutsen Racing) che chiude terzo.

Le parole di Loris Spinelli (Bonaldi Motorsport / 1. Pro)

Una seconda gara movimentata, specialmente nel mio secondo stint, quando ci siamo ritrovati secondi. Gvazava ha fatto però un errore alla variante Alta e io ne ho approfittato per passarlo, trovando subito il mio passo e continuando a spingere, anche perché mi avevano comunicato che avevo una penalità in tempo da scontare dopo l’arrivo. Ma la vettura era perfetta, così come è stato perfetto per noi tutto il week-end“.

Le parole di Max Weering (Bonaldi Motorsport / 1. Pro)

“La nostra gara è stata perfetta ed anche la vettura. Abbiamo dovuto faticare le per le varie safety car, ma non possiamo che essere felici con due vittorie ed i tanti punti conquistati. Davvero un ottimo inizio, anche nell’ottica del campionato”.

Prossimo appuntamento per il Lamborghini Super Trofeo Europa a inizio giugno, quando la serie continentale approderà sul circuito francese del Paul Ricard.

Lamborghini Super Trofeo Europa – Calendario 2022

  • Round 1: Imola (Italia), 1-3 aprile
  • Round 2: Le Castellet (Francia), 3-5 giugno
  • Round 3: Misano (Italia), 1-3 luglio
  • Round 4: Spa-Francorchamps (Belgio) 29-30 luglio
  • Round 5: Barcellona (Spagna) 30 settembre-2 ottobre
  • Round 6: Portimão (Portogallo), 3-4 novembre
  • Finals 2022: Portimão (Portogallo), 5-6 novembre

Leggi ora: la prima giornata

Ultima modifica: 3 aprile 2022

In questo articolo