Ford Italia scende in campo al fianco di Ageop Ricerca Odv per sostenere i piccoli pazienti oncologici del Sant’Orsola di Bologna

618 0
618 0

Ford Italia scende in campo al fianco di Ageop Ricerca Odv, Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica che si occupa di dare sostegno ai giovani pazienti oncologici del Policlinico Sant’Orsola, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, e alle loro famiglie, per affrontare le difficoltà di ordine personale, economico e logistico che possono presentarsi nel corso della malattia, contribuendo quotidianamente a migliorare la qualità di vita dei bambini e degli adolescenti, nonostante le difficoltà.

Domenica 15 maggio, in Piazza Maggiore, dalle 10 alle 19,, in occasione del quarantennale dell’associazione, che offre un supporto concreto alle famiglie per affrontare le difficoltà che possono presentarsi nel corso della malattia dei loro figli e offrire ai bambini e ai ragazzi attività ludiche e didattiche per migliorare la qualità della loro vita, l’Ovale Blu approderà in piazza Maggiore, a Bologna, con il Vanzilla, il Gaming Transit  di Ford customizzato da Microsoft con consolle di gioco e rampe d’accesso per dare a tutti la possibilità di giocare a bordo, valicando i confini di qualsiasi disabilità fisica e motoria.

Dalle ore 10 alle ore 19, tutti coloro che giungeranno in piazza avranno la possibilità di cimentarsi nelle attività di gaming per un momento di svago e spensieratezza al volante dei simulatori di gioco, contribuendo a finanziare la ricerca sulle malattie oncologiche che colpiscono i più piccoli.

Ford Italia scende in campo al fianco di Ageop Ricerca Odv per sostenere i piccoli pazienti oncologici del Sant’Orsola di Bologna

L’attività di gaming a bordo del Vanzilla rientra nelle iniziative promosse per l’ottava edizione di #LOTTOANCHIO 2022, la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi ispirata alla Giornata Mondiale di Lotta al Cancro Infantile, che quest’anno si propone di raccogliere 65.000 euro con l’obiettivo di garantire i contratti di due medici-ricercatori all’interno dell’Oncoematologia Pediatrica dell’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola.

“La nostra presenza a Bologna, al fianco di Ageop Ricerca Odv, testimonia l’impegno di Ford di promuovere l’inclusività e l’uguaglianza, abbattendo ogni barriera. Lo facciamo con Vanzilla, il nostro simbolo dell’accessibilità per tutti al mondo del gaming e degli eSports, con l’obiettivo di dare un sostegno concreto, offrendo un momento di spensieratezza alle persone in difficoltà” Fabrizio Faltoni, Presidente e AD di Ford Italia

Le parole di Carla Tiengo, Presidente Ageop Ricerca Odv

La partecipazione di Ford con il Gaming Transit Vanzilla a #LOTTOANCHIO 2022 ci rende orgogliosi, per il prestigio del marchio Ford e per il valore di questo dono, destinato a tutti i bambini, anche a quelli che vivono in condizioni di maggiore fragilità. Il nostro obiettivo è garantire a tutti i piccoli pazienti ammalati di cancro un buon tempo di vita, nonostante la malattia, e queste occasioni sono per loro motivo di svago e di gioia. Anche grazie a collaborazioni come questa riusciamo a portare quella leggerezza che contribuisce ad affrontare con maggiore serenità il lungo e difficile percorso terapeutico 

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di Corporate Social Responsibility (CSR) di Ford, volte a promuovere l’uguaglianza e l’inclusività a tutti i livelli, puntando sul divertimento e sulla competitività, valori fondamentali nel mondo degli esports e del gaming, dove il brand è presente con il Team Fordzilla, squadra ufficiale dell’Ovale Blu che gareggia nelle virtual race, sulla scia della lunga tradizione nelle corse automobilistiche.

Lo scorso anno, la squadra di pro-racers si è reso protagonista di un tour europeo a bordo del Vanzilla, il van “speciale” allestito con stazioni di gioco accessibili a tutti, per condividere la gioia e il divertimento del gioco anche con le persone con mobilità limitata. Il tour è iniziato in Spagna per poi proseguire in Germania, Francia, Regno Unito e, ora, in Italia, approdando negli hospice pediatrici, negli istituti educativi speciali, nelle scuole medie e nei centri di accoglienza. Nel corso del suo viaggio itinerante, per condividere accessibilità, inclusività e competizione con i giocatori, offrendo un’esperienza emozionante e coinvolgente ai bambini in difficoltà, il Gaming Transit ha visitato quasi 1.400 bambini in difficoltà, 31 enti di beneficenza, hospice pediatrici e scuole alternative.

Ultima modifica: 6 maggio 2022

In questo articolo