Ford ha brevettato un sistema Drift Mode che funziona anche sulle elettriche

413 0
413 0

Un’auto sportiva elettrica può restituire le stesse prestazioni di una termica in derapata? Può farlo, ma occorrono degli aggiustamenti tecnici. E Ford pare ci stia lavorando: l’Ovale Blu ha infatti depositato presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO) il progetto di un nuovo sistema Drift Mode che può funzionare sia sulle auto a combustione interna che su quelle a propulsione elettrica.

Leggi anche: Lotus Type 132: il SUV elettrico anticipato dai disegni del brevetto

Proprio l’azienda statunitense aveva introdotto sulla sua Focus RS MK3 un sistema basato su un differenziale posteriore autobloccante, che permette ancora oggi alle auto sportive americane di cimentarsi in derapate perfette. Ford è stata poi seguita da altri marchi, come Mercedes-AMG o Audi RS. Il nuovo brevetto dell’Ovale Blu, dando un occhio ai documenti (che potete vedere qui), si mostra però decisamente diverso dai sistemi drift tradizionali, perché contrariamente a questi agisce solo sui freni, senza che vi siano differenziali riadattati.

Leggi anche: Il primo veicolo autonomo che fa un drift in pista è firmato Toyota

In sostanza, il nuovo drift mode di Ford disaccoppia le ruote motrici e utilizza i freni dell’auto per bloccarle o meno (aggiungendo anche coppia al bisogno) in base alle necessità della manovra di derapata.

Come sappiamo, aver depositato un brevetto non garantisce che l’invenzione venga poi messa in produzione. Ma in questo caso, dato il valore tecnico del nuovo drift mode di Ford, possiamo azzardare un po’ di fiducia in più.

Ultima modifica: 22 marzo 2022