Ferrari stringe una partnership tecnologica con Qualcomm

561 0
561 0

Ferrari e Qualcomm hanno stretto una partnership tecnologica. L’alleanza prevede che l’azienda americana specializzata in sistemi di telecomunicazione wireless fornisca al Cavallino componenti e tecnologie avanzate dedicate alla connettività, sia per le auto stradali che per i modelli sportivi e le monoposto di Formula 1.

“L’innovazione richiede che i leader di mercato lavorino insieme”, dice Benedetto Vigna, CEO Ferrari, “Grazie a questo accordo espandiamo le nostre conoscenze nelle tecnologie digitali e nel web 3.0, aree che hanno un grande potenziale per l’automotive e il motorsport”.

Oltre a fornire know-how, chip e supporto tecnologico, Qualcomm darà a Ferrari anche lo Snapdragon Digital Chassis, avanzatissimo sistema di piattaforme aperte e scalabili collegabili al clowd, utile per realizzare veicoli altamente connessi e ricchi di tecnologie di ultima generazione.

“Siamo entusiasti di vedere la nostra leadership nella tecnologia automobilistica giocare un ruolo integrale in questa relazione strategica con Ferrari”, dice Cristiano Amon, CEO di Qualcomm, “Non vediamo l’ora di contribuire a plasmare ciò che il futuro ci riserva mentre lavoriamo insieme”.

Ferrari non è l’unica casa automobilistica ad aver scelto Qualcomm per le proprie esigenze tecnologiche. Anche Volvo e General Motors, infatti, hanno intenzione di utilizzare la piattaforma Snapdragon di Qualcomm per far funzionare i loro sistemi di infotainment. Del resto il sistema Snapdragon è considerato il migliore nel settore per la sua potenza di elaborazione, in grado di far lavorare con grande efficacia funzioni grafiche, audio e di intelligenza artificiale molto avanzate, usando una ridotta quantità di energia elettrica.

Il primo frutto della nuova partnership tra Ferrari e Qualcomm verrà svelato nel corso di questo mese, quando il Cavallino presenterà la sua nuova monoposto per la Formula 1, la F1-75.

Ultima modifica: 9 febbraio 2022