ECOdolomitesGT, auto elettriche in gara dal 17 al 19 novembre

791 0
791 0

In partenza giovedì 17 novembre da Primiero San Martino di Castrozza, (TN), l’ECOdolomitesGT 2022, competizione automobilistica riservata alle vetture elettriche. L’e-rally di regolarità e consumo si svolge su strade aperte ed è valevole per l’International FIA ecoRally Cup 2022.

Le 20 vetture ammesse in gara si ritrovano giovedì mattina dalle 8.30 in piazza del Municipio, che ospita l’EDGT Charge-Park, quartier generale dell’evento motoristico e sede del charge park, dove le auto elettrificate possono “fare il pieno” di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Gli equipaggi, provenienti da Italia, Francia, Germania, Polonia, Canada, Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca e Slovenia, saranno impegnati fino alle 12.30 con le verifiche tecniche e amministrative, mentre la partenza della prima vettura è prevista per le ore 17, seguiranno tutte le restanti auto in gara a un minuto l’una dall’altra.

ECOdolomitesGT, il percorso

Il percorso, che parte e torna da Primiero San Martino di Castrozza spingendosi fino ad Ortisei e tocca suggestivi angoli delle Dolomiti in Trentino, Veneto e Alto-Adige, è suddiviso in 4 settori per oltre 440 chilometri totali.  Numerose le prove speciali per un totale di oltre 220 chilometri, durante le quali i driver dovranno cimentarsi per mantenere le specifiche medie imposte dai regolamenti, rilevate da numerosissimi controlli segreti “virtuali”, resi possibili da specifiche tecnologie di controllo dedicate.

Sabato 19 novembre sarà la giornata conclusiva della manifestazione. La prima vettura taglierà il traguardo alle 11.45, nel centro della Frazione Fiera di Primiero, in prossimità dell’EDGT Charge-Park. Pubblicazione della Classifica Finale on-line @ www.ECOdolomitesGT.org nella stessa giornata alle 19.00 circa. Cerimonia di premiazione alle 20.00 alla Sala Consiliare del Comune di Primiero San Martino di Castrozza.

Si tratta dell’ultima tappa del campionato 2022, che dopo aver toccato diversi Paesi, come Spagna, Repubblica Ceca, Portogallo, Slovenia e Montecarlo (MC), arriva in Italia con l’ECOdolomitesGT.

Il centro di Primiero San Martino di Castrozza per l’occasione si trasforma anche in esposizione. Gli appassionati di motori e mobilità sostenibile, oltre ad assistere a partenza e arrivo, potranno vedere da vicino il Charge Park con le auto in Piazza del Municipio giovedì a partire dal mattino fino alla partenza delle ore 17 così come venerdì dalle 9 e sabato dalle 12, quando le vetture taglieranno il traguardo, per poi rimanere parcheggiate in “parco chiuso” fino al termine della cerimonia di premiazione.

Auto in gara e road-book

Alle competizioni possono prendere parte vetture omologate per la normale circolazione stradale, purché 100% elettriche. Ogni equipaggio è formato da due persone in possesso di patente di guida e di certificato idoneo all’attività sportiva non agonistica. Per partecipare non è necessario essere piloti: la gara è aperta a tutti, anche se richiede attenzione e impegno in quanto il percorso da seguire e i tempi da rispettare sono indicati nel Road-Book, il “navigatore cartaceo” utilizzato nelle competizioni di regolarità.

I premi

Come avviene sin dal 2019, i concorrenti verranno premiati mediante trofei ricavati dagli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia del 2018, naturalmente e artigianalmente scolpiti nella medesima forma estetica delle Dolomiti stesse: un modo per omaggiare i luoghi in cui si svolge la manifestazione e ricordare una locale conseguenza del cambiamento climatico.

Oltre ai premi di rilevanza “federale” – ossia dedicati ai primi tre piazzamenti assoluti di classifica combinata di regolarità e consumo – verranno attribuiti trofei di specialità, nonché conferiti alcuni ulteriori specifici riconoscimenti speciali.

Gli Ecorally: sostenibilità e sicurezza

L’ECOdolomitesGT, promosso da RaceBioConcept TeamBioDrive Academy & ECOmove, rientra nella categoria degli Ecorally, competizioni nate nel 2006 con il 1°EcoRally Roma – San Marino. Queste discipline oltre a sperimentare sul campo le prestazioni delle auto a basso impatto ambientale, hanno gettato, nel tempo, le basi per regolamentare a livello nazionale e internazionale tutte le gare con vetture “ecologiche”, fino ad arrivare, alle famose FIA Formula-E® e FIA Formula Extreme-E® (oltre al nascente ETCR®), assieme ad altre competizioni automobilistiche con vetture a GPL, metano, biometano, bioetanolo e biodiesel e/o mosse da propulsioni ibride o esclusivamente elettriche, ampiamente rappresentate in Italia e in altri Paesi da dedicati campionati nazionali di riferimento.

“Accanto alla sostenibilità ambientale – spiega Mario Montanucci Pignatelli, coordinatore del RaceBioConcept Team & BioDrive Academy, co-organizzatore – c’è la sicurezza: il principio sul quale si basano gli EcoRally di regolarità e consumo, è proprio il rispetto del codice della strada, svolgendosi le competizioni su strade aperte al traffico.”

Ultima modifica: 14 Novembre 2022