Rievocazione Coppa Milano-Sanremo, vittoria di Fontanella e Covelli

907 0
907 0

La XIII Rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo si è conclusa con la vittoria dell’equipaggio n. 5 composto da Fontanella e Covelli al volante di una Lancia Aprilia del 1939, al loro esordio nella competizione. Al secondo posto la coppia di grande esperienza formata da Aliverti e Valente a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 Zagato SS del 1929. Grande performance anche per il terzo equipaggio classificato composto da Di Pietra e Di Pietra alla guida di una Fiat 508 C del 1938, in quella che è stata una competizione combattuta fino all’ultimo passaggio dopo una giornata conclusiva ricca di colpi di scena fino alla linea del traguardo.

XIII Rievocazione storica Coppa Milano-Sanremo - ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion - 38
ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

“E’ la prima volta che partecipiamo a questa gara di cui abbiamo sempre sentito parlare negli ultimi anni ed effettivamente le nostre aspettative sono state ampiamente soddisfatte: si tratta di una gara molto bella e impegnativa, particolarmente adrenalinica. Di questa gara ci ha stupito il ritmo incalzante che ci ha tenuto concentrati ad ogni passaggio, siamo partiti sicuri delle nostre possibilità e nonostante il meteo non ha giocato a nostro favore siamo rimasti concentrati fino alla fine e ottenuto questo importante risultato” – afferma Gianmario Fontanella, driver vincitore della XIII Rievocazione storica della Coppa Milano – Sanremo.

ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

Spettacolarità e competizione non sono mancati in questa edizione della “Signora” delle gare, con un evento che ha visto gli equipaggi, italiani e internazionali, sfidarsi nelle oltre cento prove speciali (di cui sei di media), confrontandosi in paesaggi urbani e naturali non solo con prove avvincenti ed inedite, ma anche con condizioni meteo avverse.

Infatti, dopo due giorni alternati da piogge e schiarite, gli equipaggi hanno dovuto arrendersi al tempo sfavorevole, causa neve a bassa quota la gara è stata sospesa infatti per il tratto Rapallo – Loano. Senza perdere l’entusiasmo i bolidi di ieri hanno affrontato le prove del pomeriggio sulle insidiose curve del Colle San Bartolomeo e D’Oggia, concludendo la parte sportiva in una soleggiata Sanremo, la celebre Città dei Fiori, pronta ad incoronare come ogni anno i vincitori della Rievocazione Storica che porta il suo nome.

ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

La “Signora” delle gare ha portato in pista un’edizione ricca di novità imperdibili logistiche e sportive in un blend perfetto di competizione e spettacolarità, tradizione e savoir faire, elementi che rendono da sempre la Coppa Milano Sanremo un appuntamento irrinunciabile e dal fascino unico. Prima tra tutte il via ufficiale giovedì 31 marzo presso l’Autodromo Nazionale di Monza, luogo di culto del motorsport, dove i classic enthusiasts hanno avuto l’opportunità di cimentarsi in 12 nuove prove speciali sull’iconico tracciato che comprende anche le antiche e leggendarie sopraelevate.

Le prove hanno richiesto un particolare impegno da parte degli equipaggi, che però sono rimasti sopresi ed emozionati dall’esperienza senza precedenti a cui hanno potuto prendere parte. Per la prima volta venerdì 1° aprile gli equipaggi si sono confrontati in esclusiva assoluta in una serie di avvincenti prove cronometrate che si sono disputate a THE DAP – Dei Missaglia Art Park, un inedito contesto urbano che si inserisce nel progetto INOLTRE di Urban Up | Unipol dedicato alla rigenerazione delle periferie milanesi.

ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

Nel tardo pomeriggio è stata la volta dell’atteso ritorno a Portofino, perla del Tigullio, per l’esclusivo défilé e contest d’eleganza riservato alle auto partecipanti. Nella splendida cornice della celebre piazzetta sono stati proclamati i vincitori di ogni categoria partecipante: il premio Veteran per le auto costruite fino al 1946, è stato vinto dall’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929, premio Vintage per le auto dal 1946 al 1976 è stato assegnato alla Mercedes 300 SL Gullwings del 1957, premio Instant Classic alla Alfa Romeo GTA Junior del 1973 e il premio Sportscar alla Dallara Stradale 2018.

A conclusione del blasonato evento gli equipaggi si sono spostati nel Principato di Monaco, culla del glamour internazionale, nella cornice del prestigioso Hotel Fairmont per l’indimenticabile gala dinner e la cerimonia finale di premiazione. Finale perfetto per suggellare il gemellaggio virtuale fra l’Autodromo di Monza e il Principato di Monaco, a omaggio di due luoghi iconici, culto del motorsport mondiale.

ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

Coppa Milano-Sanremo 2022, i titoli d’onore

Questa XIII Rievocazione Storica è stata corredata da svariati titoli d’onore, a premiare i primi 10 equipaggi della classifica generale della regolarità storica, i primi 3 classificati per ciascun raggruppamento e i primi 3 classificati nelle prove di media. In aggiunta i partecipanti hanno potuto ambire a diversi premi messi a disposizione dagli sponsor: Mercedes-Benz, attraverso il dealer ufficiale Merbag S.p.A., ha premiato il suo miglior equipaggio in gara, il n.40 di Franco Perona e Carla Lertola al volante di una Mercedes 350 SL del 1971.Il premio Urban Up | Unipol per il fair play è stato consegnato alla coppia Luca Trazzi e Alice Maria Giulini (n.15) a bordo di una Porsche 356 PRE A del 1955. Il premio “Nel blu dipinto di blu” è stato assegnato da Marina di Loano all’equipaggio n.84 di Maurizio Cesari e Federica Pallotti sull’iconica TVR del 2001.

Il premio all’equipaggio più frizzante offerto da Cuvage lo ha meritato l’equipaggio composto da Enrico Barbieri e Allegra Gucci Barbieri (n.91) a bordo di una Lamborghini Huracan del 2021 arancione che si sono contraddistinti per simpatia e vivacità. Menzione d’onore per il Premio ACI proposto da “Via!”, il magazine di ACI per il miglior equipaggio femminile che è stato assegnato ad Antonella Gamberini e Ornella Pietropaolo, equipaggio numero 47, che con sulla loro FIAT 124 Abarth del 1974 hanno anche vinto il premio “Coppa delle Dame”. Il club Tartarughino, mediapartner dell’evento ha omaggiato il premio “Arte in movimento” a Paolo Milini e Simona Roscio n.12 a bordo di una Jaguar XK 120C del 1952.

ph. credits Lorenzo Martincich:Marco Passaniti: BluePassion

 

 

Ultima modifica: 3 aprile 2022

In questo articolo