Ciro Immobile compra antifurti e diventa azionista di Trackting

1640 0
1640 0

Tra i cacciatori di buoni affari, attraverso una società dove c’è anche il fratello, bisogna annoverare il neocampione d’Europa Ciro Immobile.

L’attaccante della Lazio è infatti entrato con una quota – si parla di un 5% – in Trackting, società che produce sistemi antifurto sia per moto sia per bici elettriche.

L'ad di Trackting, Claudio Carnevali.
L’ad di Trackting, Claudio Carnevali.

Immobile ha comprato le quote di questa società nel mese di agosto, quando è scattato un aumento di capitale. «E’ stata per me una sorpresa – dice l’ad di Trackting Claudio Carnevali – vedere che tra i nostri azionisti c’era anche l’attaccante della Lazio. Ma ho visto che la loro società, che si chiama 9 Invest, ed ha sede a Napoli, è molto attenta proprio alle aziende che si occupano di mobilità».

Mandi un segnale ad… Immobile: come vanno gli affari?

«Direi molto bene, ma potevano andare ancora meglio, non fosse per il fatto che non si riescono a trovare i componenti. Adesso stiamo cercando di fare magazzino, proprio per evitare di restare scoperti sulle richieste di mercato. Comunque quest’anno chiudiamo con un incremento del 30 per cento, ma noi pensavamo di poter arrivare al 50».

Quale sarà l’acceleratore di Trackting?

«Stiamo trattando in questi mesi con i maggiori brand che producono bici elettriche. Prima della fine dell’anno pensiamo di portare a casa tre contratti. Il nostro antifurto verrà applicato direttamente dal produttore sui suoi mezzi, con tanto di applicazione per il cellulare. Questi accordi dovrebbero portare a triplicare la nostra produzione il prossimo anno. Ma attenzione, questo non vuol dire, automaticamente triplicare i fatturati».

Trackting Evo, antifurto evoluto per ebike - 2
Trackting Evo, antifurto evoluto per ebike

Le novità?

«Il mercato ci chiede il dispositivo antifurto anche per le cosiddette bici muscolari, quelle che non hanno la pedalata assistita. Questo perché ci sono bici che costano cifre intorno ai 12mila euro. Un mercato in fortissima espansione ed ancora un po’ selvaggio».

L’obiettivo della società qual è?

«Creare attorno ai nostri dispositivi una vera e propria piattaforma digitale. Per cui non offri solamente l’antifurto collegato al cellulare, ma cerchi anche di ampliare il servizio sotto il profilo della manutenzione, indicando as esempio se il motore può avere problemi. Oltre a questo, stiamo pensando anche di offrire, collegato al nostro sistema, una assicurazione».

Trackting è entrato nel gruppo delle Pmi Élite della Borsa: quotazione all’Aime in vista?

«Per il momento non ci stiamo pensando. Dipende molto dai programmi di espansione».

Aumenta il fatturato, ma anche il personale?

«In questo momento stiamo cercando uno sviluppatore di software, ma anche un community manager per dialogare e rispondere a tutta la nostra clientela sulle varie piattaforme social».

Maurizio Gennari

Leggi ora: tutte le news su Trackting

Ultima modifica: 8 Ottobre 2021