Caratteristiche del paraurti anteriore

3456 0
3456 0

Il paraurti è un elemento presente in ogni veicolo a quattro ruote sia nella parte anteriore che posteriore, il suo scopo è di garantire la protezione di conducenti e passeggeri in caso di incidente stradale, per questo motivo veniva comunemente chiamato paracolpi. Ai primordi veniva realizzato totalmente in acciaio e, come conseguenza, era soggetto ad ammaccature e rotture a cui non era possibile incorrendo in breve tempo in un’obsolescenza prematura. Ai giorni nostri, invece, i paraurti dell’auto vengono realizzati in polipropilene o in plastica, materiali che assicurano grande resistenza in caso di tamponamento o sinistro.

Capacità di deformazione del polipropilene

Il polipropilene vanta una peculiarità invidiabile, ovvero una diversa capacità di deformazione in base allo specifico prodotto scelto che non è riscontrabile nella staticità della plastica. La capacità di deformazione di questo duttile materiale si divide in due tronconi:

  • capacità elastica: in caso di capacità di deformazione elastica il paraurti riesce a contenere il danno subito dall’urto e tornare automaticamente alla sua forma originaria, senza che il proprietario del veicolo debba dedicarsi ad alcuna opera di manutenzione dello stesso;
  • capacità plastica: in caso di capacità di deformazione plastica sarà irreparabile il danno che si verrà a creare nel paraurti, appunto perchè si è superata la soglia di rottura ed il pezzo dovrà necessariamente essere sostituito, per continuare ad assolvere alla sua funzione primaria di protezione del veicolo e delle persone all’interno. 

Sostituzione del paraurti fai da te

Premettendo che è sempre buona norma affidarsi ad officine meccaniche specializzate per le opere di manutenzione del proprio veicolo, paraurti compreso, è possibile anche provvedere autonomamente alla sostituzione di tale pezzo.
Il primo step per sostituire il paraurti anteriore dell’auto risiede nella rimozione delle viti di fissaggio poste accanto alla soglia di carico o nella zona del passa ruota, a seconda del veicolo. Individuate e rimosse le viti si può procedere staccando tutte le componenti elettriche limitrofe alla zona dove andremo ad operare meccanicamente. Ultimate i primi due step, si può passare allo smontaggio del paraurti da sostituire e, se di differente colore, bisognerà sverniciare e ricolorare il nuovo paraurti seguendo la stessa cromatura dell’auto. Il quarto step, nonché il più complicato, prevede che vengano rimontate fregi, tamponi, modanature, griglie ad incastro ed eventuali parti elettriche. Fatto ciò si può proseguire col quinto passaggio, cioè il montaggio del nuovo paraurti anteriore facendo attenzione che ogni bullone e vite siano perfettamente allineate. In caso contrario il paraurti acquistato sarà riconducibile ad un altro modello d’auto e bisognerà evitare di montarlo ugualmente per evitare di corre il rischio che si stacchi mentre l’auto è in corsa, divenendo un grave pericolo.

 

Ultima modifica: 5 Maggio 2020