Blocco auto Napoli: cos’è, come funziona e quali zone tocca

2485 0
2485 0

Oggi vi parleremo del provvedimento di blocco auto adottato dalla città di Napoli: vi illustreremo le zone interessate dal blocco.

Blocco auto napoli

 

Dopo una lunga pausa, il blocco del traffico è tornato in vigore a Napoli. Esso sarà attivo dal 2 ottobre 2017 al 31 marzo 2018. Le modalità saranno le stesse degli anni precedenti. Nello specifico, ci sarà il divieto di circolazione delle auto su tutto il territorio cittadino nei seguenti giorni ed orari. Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30. Per quanto riguarda le deroghe a detto blocco del traffico, esse comprendono in anzitutto le auto per il trasporto di persone disabili, con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta e in possesso di tesserino regolarmente rilasciato dalla competente Autorità, inclusi i veicoli della Napoli Sociale, adibiti al trasporto disabili.

Sono inoltre esclusi dal divieto i veicoli elettrici e a emissione nulla; i ciclomotori e motoveicoli a 4 tempi; i ciclomotori e motoveicoli a due tempi, omologati ai sensi della Direttiva 97/24 CE fase Il, cap. 5 detti euro 2 e successive modifiche; i veicoli a GPL o a metano; le auto conformi alla Dir. 98/69 CE-B euro 4 e successive modifiche, anche se adibiti al trasporto merci; i veicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling), esclusi euro 0 ed euro 1 e altri tipi di autoveicoli, come i seguenti.

Veicoli che appartengono a chi risiede fuori dal territorio della Campania, veicoli adibiti a trasporto di gas terapeutici o medicinali, i veicoli che trasportano malati o portatori di malattie gravi e infine veicoli intestati a enti pubblici, come ad esempio a società ed aziende erogatrici di servizi pubblici. Ovviamente sono inclusi in detta deroga, tutti i veicoli di soccorso, come ambulanze e auto mediche.

Blocco auto napoli zone

 

Le zone che interessano la nuova disposizione del Comune di Napoli, relativa al blocco auto, interessano tutto il territorio che rientra nel perimetro cittadino, nei giorni sopra indicati. Non sono soggetti a queste restrizioni di circolazione, i veicoli sopra indicati e soggetti a deroghe speciali. Il Comune di Napoli ha quindi ritenuto opportuno rinnovare il divieto del traffico, nelle modalità e nelle condizioni dei precedenti analoghi provvedimenti, in seguito ad un repentino peggioramento della presenza di polveri inquinanti rilevate nell’aria analizzata proprio nella città di Napoli. La presenza di polveri sottili, se ignorata, potrebbe essere responsabile di una condizione di insalubrità per tutti i cittadini Partenopei.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017