Assicurazione auto, giù i prezzi con la fine dell’estate

1533 0
1533 0

Le stime degli esperti in ambito assicurativo per l’anno 2018 portano a guardare con particolare interesse all’evoluzione delle tariffe RC Auto. I lievi aumenti dei premi del secondo trimestre hanno fatto pensare a un’inversione del trend decrescente che aveva caratterizzato gli anni compresi tra il 2012 e il 2017, ma le ultime rilevazioni (dati al 30 settembre) fatte dell’Osservatorio Segugio.it (Gruppo MutuiOnline) parlano di una situazione in netto miglioramento per gli assicurati, con un ridimensionamento dei prezzi durante la seconda parte del periodo estivo.

L’andamento del secondo semestre

La crescita delle tariffe sembra essersi arrestata a luglio, quando il miglior prezzo medio – ottenuto dalla media delle migliori offerte trovate sul portale – ha raggiunto il suo massimo valore, 457 euro. Da agosto infatti l’importo è nuovamente calato, fino a raggiungere la cifra di 435 euro nel mese di settembre.

Dando uno sguardo alle tariffe regionali, si scopre che l’attuale best price è in calo rispetto al primo semestre in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Umbria, mentre è in aumento in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Toscana, Molise e Friuli Venezia Giulia (resta più o meno stabile invece nei restanti territori). La Regione con il premio medio più alto è sempre la Campania, 713 euro, la più virtuosa il Friuli Venezia Giulia, 338 euro.

Le caratteristiche delle polizze scelte

L’analisi dell’Osservatorio riporta una stabilizzazione della percentuale di utenti nella prima classe di merito, ferma intorno al 62%, e un aumento dell’età media dei veicoli assicurati, che attualmente supera la soglia dei 10 anni.

Gli assicurati prendono sempre più in considerazione le polizze facoltative, con il 27,7% dei contratti stipulati che abbinano alla responsabilità civile la Polizza furto e incendio e le altre Garanzie accessorie. Tra queste troviamo in particolare la Polizza infortuni conducente, che copre l’invalidità permanente o il decesso del solo conducente responsabile del sinistro e opera in conseguenza di malore o stato di incoscienza anche per gli infortuni subiti durante la fermata e la ripresa della marcia. Una delle più apprezzate è anche la Polizza assistenza stradale, il servizio che permette di usufruire del soccorso stradale in caso di incidente o guasto senza dover fronteggiare costi aggiuntivi in caso di intervento di un carro attrezzi.

Ultima modifica: 19 Ottobre 2018