ASI partecipa ad Archivissima con un docufilm sui fratelli Marzotto

247 0
247 0

L’Automotoclub Storico Italiano partecipa per la prima volta alla rassegna “Archivissima”, il festival italiano dedicato alla promozione e valorizzazione degli archivi storici presso il grande pubblico. Il tema dell’edizione 2021 è “Generazioni”: cosa salvare di ciò che le generazioni prima di noi hanno prodotto? Cosa produrre di nuovo? Come stabilire una connessione e, soprattutto, come generare nuova vita da ciò che si è deciso di conservare? La risposta è negli archivi, ponti tra epoche, generazioni e contenuti.

La partecipazione di ASI si concretizza con la produzione di un inedito docufilm intitolato “La generazione sportiva dei fratelli Marzotto”, la cui diffusione sui canali web di ASI e di “Archivissima” inizierà venerdì 4 giugno alle 21.00 nell’ambito della rassegna “La notte degli archivi”.

La realizzazione del docufilm è stata curata dalla Commissione ASI Storia e Musei, in particolare dal suo presidente Danilo Castellarin, grazie alla Famiglia Marzotto che ha messo a disposizione foto, filmati e documenti per testimoniare la memoria di una ineguagliabile “generazione sportiva” protagonista delle competizioni automobilistiche negli anni ’50 del secolo scorso.

I fratelli vicentini Vittorio, Umberto, Giannino e Paolo Marzotto parteciparono nell’Italia del dopoguerra a molte competizioni. Giannino, in particolare, vinse su Ferrari la Mille Miglia del 1950 e del 1953. Vittorio fu l’unico italiano a vincere su Ferrari il Grand Prix di Montecarlo, che nel 1952 si disputò con vetture Sport. Paolo, nella Mille Miglia del 1955, stabilì il record di velocità nel primo tratto di gara raggiungendo Verona su Ferrari a quasi 200 km orati di media, correndo più veloce del fuoriclasse Stirling Moss.

Perché i Marzotto furono grandissimi

I quattro fratelli attraversarono indenni uno dei periodi più pericolosi delle corse automobilistiche e le loro gesta sportive contribuirono a promuovere il Veneto, che all’epoca non era certo considerato la “locomotiva d’Italia”, come invece avverrà molti anni dopo.

Archivissima 2021 sarà una grande contaminazione di linguaggi e format (podcast, dirette, colazioni, mostre, talk…) in grado di creare relazioni nel tempo, nello spazio, nella società, nella cultura. Il programma completo prevede attività dal 4 al 9 giugno ed il coinvolgimento di archivi storici di tutta Italia in occasione dell’importante cornice della settimana internazionale degli archivi.

Per la prima volta, l’evento avrà una formula ibrida: live, con eventi organizzati nelle sedi degli archivi, e online, sui media della manifestazione: una grande rete “virtuale” che unirà in una notte speciale tutti gli archivi partecipanti dando vita al primo grande palinsesto nazionale legato agli archivi.

Ultima modifica: 31 maggio 2021