Alfa Romeo Alfetta Spider, l’auto avanti di 50 anni

1292 0
1292 0

Alfa Romeo per molti appassionati, in Italia, ma soprattutto nel resto del mondo, è sinonimo di spider. Piacere di guida a cielo aperto, culminato con le quattro serie di “Duetto”. Una Alfa Spider manca a listino dal 2010, se mai arriverà un’erede sarà elettrica.  Lo stile, oltre al comportamento dinamico, è sempre stata una caratteristica distintiva delle auto del Biscione, e la presenza di Alfa Romeo Alfetta Spider presso lo stand Heritage ad Automotoretrò & Automotoracing, il salone torinese dedicato al motorismo storico in programma dal 28 aprile al 1° maggio, accende gli animi.

Alfa Romeo Alfetta Spider
Foto FCA Heritage

Alfa Romeo Alfetta Spider, design immortale

La vettura fu presentata proprio nel capoluogo, al Salone di Torino del 1972. Con il design a firma di Pininfarina e forme squadrate che la rendevano originale allora come oggi. Bellissima, in verità più targa che spider, con tetto rigido smontabile, rollbar fisso a trasparenza variabile, paraurti in plastica con gruppi ottici inglobati.

Realizzata sulla base della eccezionale Alfetta berlina, la migliore della sua categoria di quel decennio. Dotata dello schema transaxle, ovvero motore anteriore longitudinale e cambio al retrotreno, era davvero un’auto che avrebbe meritato una produzione dia di serie. Spinta dal mitico 1.8 quattro cilindri bialbero da 122 cavalli, lunga 4,02 metri, aveva veramente tutto per eccellere.

Il mitico 1.8 bialbero Alfa Romeo

Il prototipo purtroppo rimase un esemplare unico, ora è di proprietà del Museo Storico Alfa Romeo di Arese.

Che ne dite, una nuova Alfetta Spider, a batterie, potrebbe riproporre una silhouette del genere?

Ultima modifica: 23 aprile 2022

In questo articolo