5 motivi per viaggiare in camper fuori stagione

1087 0
1087 0

Goboony, LA piattaforma di camper sharing, raccoglie i 5 principali motivi per viaggiare in camper durante la bassa stagione.

5 motivi per viaggiare in camper fuori stagione - 04_Goboony Grande

1. LA VACANZA IN BASSA STAGIONE È PIÙ CONVENIENTE

Visitare un luogo turistico in un periodo di bassa stagione è conveniente principalmente dal punto di vista economico. Il primo vantaggio è senza dubbio la possibilità di risparmiare non solo sul noleggio del camper, ma anche sulle tariffe dei campeggi o delle varie attrazioni turistiche. Su Goboony, oltre ad avere più opzioni di camper tra cui scegliere anche in caso di vacanze last minute, si può usufruire di tariffe agevolate e di percentuali di sconto sia sui viaggi lunghi che su quelli last minute. Rispetto all’alta stagione si può risparmiare una media di 50 euro al giorno.

2. SI EVITA IL SOVRAFFOLLAMENTO TIPICO DELL’ALTA STAGIONE

Durante il periodo di bassa stagione, tutte le località turistiche ritrovano la loro dimensione più autentica e tranquilla. È possibile godere delle bellezze culturali, storiche e naturali senza rischiare di rimanere intrappolato in interminabili file o in posti sovraffollati, oltre che vivere pienamente la quotidianità del luogo in cui ci si trova. L’atmosfera è più rilassata e anche la gente del posto è più disponibile allo scambio di consigli utili e alla condivisione di tradizioni e usanze del luogo.

3. SI CONTRIBUISCE A SOSTENERE L’ECONOMIA LOCALE

Un viaggio fuori stagione è sicuramente anche un modo di viaggiare sostenibile poiché contribuisce a sostenere l’economia locale e ad aiutare il turismo a destagionalizzarsi. Viaggiare non seguendo le logiche della stagionalità e apprezzare i luoghi – e quello che hanno da offrire – durante tutto l’anno è la chiave per vivere un’esperienza quanto più autentica possibile.

4. SI EVITA IL CALDO ECCESSIVO E SI ASSISTE AL CAMBIAMENTO DELLA NATURA

Sebbene la temperatura sia uno dei motivi principali per cui si preferisce viaggiare in estate, soprattutto verso le località marine, ci sono dei invece luoghi che si apprezzano maggiormente quando il clima è più mite.
Godersi la natura ammirando i suoi cambiamenti allo scorrere delle stagioni, passeggiare tra i boschi immergendosi tra i colori del foliage o tra le stradine di un borgo o una cittadina senza il caldo afoso tipico dell’estate e senza una folla di gente intorno, può essere un’esperienza di viaggio davvero rilassante e rigenerante.

5. PIÙ LIBERTÀ DI SCELTA E PIÙ TEMPO PER GODERSI LA PROPRIA VACANZA

Un altro aspetto positivo del “viaggiare controcorrente” è la maggiore libertà di organizzare un viaggio su misura. Essendoci meno richiesta, ci sono più possibilità di trovare posto nel campeggio preferito oppure di trovare libera la migliore piazzola di sosta, oppure ancora trovare un tavolo libero per provare quel rinomato ristorante che in alta stagione è sempre pieno. Viaggiare fuori stagione è anche un buon motivo per prendersi il proprio tempo, rallentare e godersi ogni singolo momento, senza lo stress del dover arrivare prima per evitare attese e assembramenti.

 

Ultima modifica: 27 Ottobre 2022

In questo articolo