Trasporto bambini in moto: sicurezza e normativa

8940 0
8940 0

In Italia, il Codice della Strada consente il trasporto dei bambini in moto purché abbiano compiuto i 5 anni e arrivino ad appoggiare i piedi sulle pedane. Per i più piccoli esistono caschi appositi non troppo pesanti. In questo articolo riassumiamo i punti principali della normativa europea, tenendo conto della differenze che rimangono tra i vari paesi.

La sicurezza dei bambini

Trasportare bambini come passeggeri in moto si può fare, basta tenere conto di alcune regole di buon senso. Portare con sé un figlio o una figlia per gli spostamenti urbani in scooter è un’ottima soluzione per migliorare la mobilità anche degli adulti. Senza tralasciare il fatto che. il più delle volte, i più piccoli sono i primi a divertirsi a viaggiare in questo modo e che la paura è soprattutto una preoccupazione dei genitori. Dal punto di vista della sicurezza, la questione del trasporto dei bambini su un motoveicolo è essenzialmente una questione di equipaggiamento. Occorrono un seggiolino e un casco omologato. La misura del casco dev’essere adeguata alla testa del piccolo, le misure vanno dalla taglia 48 alla XXXS: impossibile non trovare il casco giusto, persino per le teste più piccole. Mai accontentarsi di un casco da bicicletta! In commercio si possono acquistare anche altri accessori utilissimi come, ad esempio, la protezione della spina dorsale e guanti adeguati. Se possibile, l’ideale è completare il tutto con delle vere e proprie scarpe da moto, dotate di protezioni sui punti più delicati di piedi e caviglie oltre alla giacca e ai pantaloni tecnici.

Normativa e sanzioni

 

L’articolo 170 del Codice della Strada non lascia spazio ad eccezioni: la multa per il trasporto bambini in moto sotto i 5 anni di età va da 161 a 647 euro. E ciò vale per ogni tipo di ciclomotori e motocicli. La sanzione non comporta una decurtazione di punti dalla patente. Se il piccolo ha compiuto i 5 anni, deve essere seduto in modo “stabile ed equilibrato”. In Italia non vige ancora nessun obbligo di omologazione per i seggiolini e per quanto riguarda i quad è sufficiente l’uso del casco. I minori di 3 anni non possono salire sulle cosiddette microcar. Se ci piace spostarci negli altri paesi, è bene prima informarsi sulle normative locali. Infatti, ci sono regole diverse legate all’età e all’altezza. Per esempio in Germania occorre aver compiuto i 7 anni e il seggiolino dev’essere omologato.  In altre nazioni, come la Svizzera e il Regno Unito, è sufficiente raggiungere i poggiapiedi.

Ultima modifica: 11 Ottobre 2017