Scooter elettrico: come risparmiare energia

642 0
642 0

Gli scooter elettrici sono la nuova svolta nel mondo dei motori aperto al grande pubblico. Estremamente facili da guidare, rappresentano uno dei mezzi prediletti dai cittadini che affrontano quotidianamente la sfida dello spostamento strade di grandi città. Scopriamo in questo articolo quali sono i vantaggi e come risparmiare energia nei motori elettrici.

Perché scegliere lo scooter elettrico

La lista dei vantaggi che apportano i motori elettrici allo spostamento urbano prende in considerazione benefici a sostegno sia del portafoglio dei cittadini che della tutela dell’ambiente. Il costo di acquisto di motori elettrici implica una serie di vantaggi in termini di risparmio economico che elenchiamo di seguito:

  • Per gli scooter elettrici, si applica una totale esenzione dal versamento del bollo per i primi 5 anni di circolazione, al termine dei quali si pagherà un importo equivalente a un quarto degli scooter tradizionali.
  • Il vantaggio della manutenzione dei motori elettrici prevede una presenza ridotta dei liquidi, ad eccezione di quello dei freni, garantendo un importante risparmio annuale.
  • La revisione per gli scooter elettrici è prevista soltanto dopo il quarto anno di circolazione, risparmiando così almeno 140€.
  • Il costo annuale per l’energia dei motori elettrici si aggira attorno ai 30€, considerando che con la ricarica domestica si spende circa 1 centesimo a chilometro, contro i 250€ annui degli scooter tradizionali.

Tra i tanti modelli di scooter elettrico presenti sul mercato, si possono individuare, quindi, caratteristiche comuni che rappresentano un’importante chance di risparmio economico.

Risparmio energetico del motore elettrico

Il risparmio energetico ottenibile dall’utilizzo di un motore elettrico è pari al20/25% sui consumi. Allora, come fare per implementare un miglior efficientamento del motore elettrico? Qui di seguito, proponiamo qualche consiglio:

  • Adottare una guida a velocità costante: frenate e accelerazioni brusche e repentine richiedono al motore uno sforzo considerevole, a danno dell’autonomia dello scooter.
  • Spegnere le funzioni inutilizzate: risulta fondamentale saper riconoscere quando una o più funzioni possono essere spente se l’obiettivo è il risparmio energetico dello scooter elettrico. Ad esempio, è utile disattivare il bluetooth o spegnere le luci anabbaglianti quando è possibile.
  • Alleggerire il carico: un peso maggiore sullo scooter comporta costi maggiori di consumo e trasporto ed è, quindi, meglio disfarsi degli oggetti inutili dal sottosella.

Seguire questi pochi e semplici consigli permette di aumentare considerevolmente l’autonomia dello scooter elettrico e di garantire una miglior esperienza di guida su questo mezzo che rappresenta un’opzione innovativa anche nel rispetto dell’ambiente.

Ultima modifica: 15 agosto 2022