Rinnovo patente e visita medica: cosa sapere

1024 0
1024 0

Prima di mettersi alla guida bisogna superare con successo diverse visite mediche. Ognuno, prima di poter accedere all’esame della patente, ha effettuato diverse visite per l’idoneità alla guida. La data di scadenza della patente è molto importante, da sapere e ricordare, in quanto il suo rinnovo non è immediato e richiede tempo. Scopriamo quindi quali sono i requisiti per essere idonei alla guida, dove e quando rinnovare la patente. 

Requisiti minimi per l’idoneità alla guida

Generalmente, i requisiti minimi per poter guidare o per rinnovare la patente sono gli stessi. Le condizioni fisiche devono essere ottime, o non superare una gravità tale da causare possibili danni a sé stessi o agli altri alla guida. 

Per condizioni fisiche, si intende la salute del guidatore, che deve escludere possibili malattie impattanti, come: diabete avanzato, patologie contagiose, alterazioni dell’apparato visivo e uditivo, patologie al sistema nervoso, circolatorio e respiratorio, dipendenze da sostanze. 

Ai fini di poter essere considerati idonei alla guida, occorrono ottime capacità visive. In particolare, gli occhi devono raggiungere almeno i sette decimi. Si devono verificare eventuali forme di daltonismo e capacità di visione del crepuscolo. 

Le condizioni uditive devono inoltre rispettare alcuni standard, come essere in grado di percepire rumori e conversazioni a non meno di due metri. 

Tutti questi requisiti e capacità vengono controllati tramite diversi passaggi e visite, fondamentali per la sicurezza e l’idoneità alla guida. 

Visita medica: dove e quando farla

Prima di poter ottenere la patente di guida o il suo rinnovo, occorre sottoporsi a due visite in particolare: 

  • visita del medico di base, con conseguente rilascio di certificato anamnestico. Si tratta di un primo documento, con scadenza di tre mesi, in cui il proprio medico attesta le condizioni psico-fisiche del paziente e per cui lo ritenga possibilmente idoneo alla guida;
  • visita dal medico legale o dell’asl, composta da analisi del certificato anamnestico e test visivi e uditivi. Se si passano con successo questi test, è possibile mettersi alla guida con una patente rinnovata. 

Le visite finali, prima del rinnovo patente, si possono svolgere presso le autoscuole. Gli appuntamenti possono anche essere fissati online, per ottenere una visita anche in 24 ore. Il rinnovo della patente deve essere svolto, per legge, ogni dieci anni fino ai 50. In seguito, le visite si fanno più frequenti ogni 5, ogni 3 e ogni 2 anni dopo gli 80 anni. 

Lo scopo è quello di rendere estremamente sicura la guida, onde evitare incidenti o danni mortali a guidatori e passeggeri. Spesso la data di scadenza della patente, per il suo rinnovo, coincide con la data del compleanno.

Ultima modifica: 18 Novembre 2022