Revisione auto: batteria e costi delle auto elettriche

13963 0
13963 0

Revisione auto elettriche: in questo articolo vi spiegheremo come funziona la batteria, come sostituirla o ricaricarla e le differenze tra i costi.

Revisione auto, pratica obbligatoria dopo 4 anni dalla prima immatricolazione di un veicolo e, successivamente, ogni 2 anni, va fatta invece, qualora ci si trovi in presenza di un’automobile elettrica, per obbligo di legge ogni anno. Quel che è certo è che possedere un’automobile elettrica, rispetto ad un comune veicolo alimentato a carburante (benzina o diesel), presenta dei considerevoli vantaggi: per esempio, i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono nettamente inferiori, così come le spese per il ‘carburante’. Inoltre, vi è l’esenzione dal pagamento del bollo auto per i primi 5 anni e la ghiotta opportunità dell’RC auto a metà prezzo.

La batteria

Come si alimenta un’auto elettrica? Grazie ad un motore che utilizza, quale fonte energetica primaria, l’energia chimica contenuta in un serbatoio. Questo serbatoio è costituito da una o più batterie ricaricabili che rendono al motore energia elettrica. Lo svantaggio primario è il tempo della ricarica delle batterie e la durata scarsa delle stesse, anche se, di recente, lo sviluppo di nuove tecnologie nel settore, ha abbattuto il tempo di ricarica aumentandone al contempo l’autonomia. Le automobili elettriche, di regola, sono equipaggiate con batterie al litio: come autonomia, siamo tra i 200 ed i 400 chilometri, anche se, negli ultimi modelli, ci si spinge fino a 600.

Ricarica della batteria

Le batterie di un’automobile elettrica va ricaricata con una certa periodicità. Solitamente, attraverso la rete elettrica con energia generata da una grande varietà di risorse. La maggior parte delle auto elettriche in commercio possono ricaricare l’80% della loro batteria in appena 30 minuti, ma, a seconda della potenza dell’impianto utilizzato e del motore, nonché del modello di auto, possono volerci anche ore. Si può ricaricare la batteria ad una colonnina apposita in due modi: in via ‘conduttiva‘, ovvero come nel caso di una normale presa di corrente o per via ‘induttiva‘, dove l’avvolgimento primario, protetto, viene inserito in una fessura della vettura, dove si accoppia con il secondario avvolgimento. Il sistema conduttivo risulta meno costoso e più efficiente.

Sostituzione della batteria

Pratica facile e veloce. Le batterie di un’auto elettrica, solitamente di 20-40 chilogrammi di peso, sono alloggiate o in un doppio fondo sotto l’abitacolo, tra le ruote, oppure sotto il bagagliaio: possono scorrere ed essere sostituite con estrema rapidità dal personale della stazione di servizio a cui si è rivolti oppure da sistemi robotizzati che impiegheranno qualche decina di secondi. Sostituirle, comunque, costerà di più rispetto alla ricarica.

Ultima modifica: 11 Agosto 2017