Quando sostituire i dischi freni auto

21591 0
21591 0

Avere i freni auto sempre ben funzionanti è essenziale per qualunque mezzo che circoli su strada. A maggior ragione se si tratta di un veicolo usato e quindi con un impianto dei freni almeno in parte provato dall’uso. Ecco perché la domanda su quando sia opportuno sostituire i dischi dei freni auto è più che legittima.

In questo articolo, cercheremo di rispondere a questo e ad altri quesiti inerenti a questa componente fondamentale dell’auto. Dunque: quando cambiare i freni auto? Quali possono essere le conseguenze di circolare coi freni usurati? Quanto si spende per sostituirli?

Freni a disco: cosa sono

Anzitutto, va chiarito che i freni auto a disco stanno sull’avantreno della vettura, cioè, più prosaicamente, sulle ruote davanti. Si tratta di dischi, come dice il nome, fatti di ghisa oppure d’acciaio, solidali all’albero che ha alla propria estremità la ruota e sui quali agisce una pinza, che stringendosi attorno al disco “frena” l’albero e quindi la ruota.

Le pinze montano ognuna quelle che comunemente si chiamano “pastiglie”. Sono queste ultime a consumarsi con l’attrito e quando il consumo è troppo avanzato finisce che si danneggiano anche i dischi, nel qual caso vanno cambiati senza por tempo in mezzo. Va detto che i freni a disco si fanno preferire rispetto a quelli a tamburo per vari motivi: frenano meglio, soprattutto sul bagnato; surriscaldano di meno e si consumano anche di meno, permettendo così di garantire un ottimo standard di frenata per molto più tempo.

Fatte queste premesse, è naturale che ai freni a disco vadano dedicate molte cure e attenzioni e soprattutto molte verifiche periodiche. Se si interviene con tempestività, ci si può salvare la vita, letteralmente.

Quanto durano i dischi

Proprio per come sono fatti e per come funzionano, i dischi dei freni sono soggetti a usurarsi. Ma quanto durano? Ovviamente non è possibile rispondere univocamente a questa domanda, perché è chiaro che l’usura dei dischi dipende dai chilometri percorsi, dallo stile di guida, dalle caratteristiche delle strade che si percorrono abitualmente, dall’età della macchina, dall’eventuale uso di pastiglie non proprio top di gamma.

In linea generale si può dire che guidare in città determina un consumo dei dischi più rapido, questo perché i percorsi urbani implicano molte più frenate (di quante per esempio se ne fanno in autostrada).

In linea di massima è possibile affermare che i dischi dei freni vanno cambiati almeno ogni 80mila chilometri. E bisogna farlo, si badi, dopo aver sostituito le pastiglie almeno due volte.

E quando si cambiano le pastiglie è più che opportuno che il tuo meccanico faccia anche un controllo dello spessore dei dischi. Se sono troppo consumati, bisogna cambiarli quanto prima.

Ultima modifica: 18 Dicembre 2018