Quando è consentito trasportare un passeggero in motorino

645 0
645 0

Trasportare un passeggero in motorino, cosi come in auto, comporta una responsabilità importante. Garantire la massima sicurezza deve essere la priorità assoluta del conducente. Per guidare un ciclomotore, infatti, è necessario prestare un livello di attenzione ancora maggiore, in quanto i potenziali pericoli sono molteplici. Il tutto si amplifica se il soggetto alla guida è un minore. 

La patente AM

Tutti i minorenni hanno la possibilità di guidare un ciclomotore prima del compimento della maggiore età. Per farlo è necessario avere almeno 14 anni e riuscire a ottenere la patente AM. Quest’ultima consente la guida di veicoli a due o tre ruote e di quadricicli leggeri, tutti caratterizzati da una velocità massima di costruzione inferiore a 45 km/h. Per guidare motocicli con 125 cc è necessario conseguire la patente A1.

Trasporto passeggero in motorino: i requisiti

Fino al 2015 il trasporto di un passeggero in motorino in Italia era consentito solo al conducente maggiorenne. Al fine di adeguarsi alla normativa Europea, però, il nostro paese ha deciso di modificare tale normativa: dal 19 agosto 2015 i ragazzi di età superiore a 16 anni hanno la possibilità di portare un passeggero. L’età, però, non è l’unico requisito da rispettare.

Per poter usufruire di questa possibilità, infatti, è necessario possedere un veicolo omologato per due persone. In caso contrario non è consentito trasportare nessuno, neanche per un piccolo tratto di strada. Per verificare questa informazione è sufficiente consultare la carta di circolazione abbinata al ciclomotore. Inutile sottolineare, inoltre, come il conducente alla guida debba essere obbligatoriamente in possesso di patente AM, A1 O B1. L’infrazione della legge 115 comporta l’insorgenza di pesanti sanzioni.

Traporto passeggero non consentito: le sanzioni

Non tutti i possessori di patente hanno la possibilità di trasportare un passeggero in motorino. Per farlo, infatti, è obbligatorio avere almeno 16 anni e guidare un veicolo omologato per due persone. Il mancato adempimento e la commissione di un’infrazione può comportare sanzioni molto pesanti. Il conducente che sceglie di trasportare un passeggero su un ciclomotore omologato per uno, innanzitutto, rischia una multa che parte da 83 euro. 

Il trasporto da parte di un ragazzo di età compresa tra 14 e 16 anni, invece, è punito con la confisca o il fermo del veicolo per un periodo di 60 giorni. Dopo un mese il proprietario può richiedere l’affidamento del mezzo ma non può comunque utilizzarlo fino al termine del periodo comunicato dalle forze dell’ordine. La famiglia del colpevole, infine, è tenuta a pagare una quota minima di 83 euro.

 

Ultima modifica: 16 luglio 2021