Quando cambiare le gomme moto

444 0
444 0

Le gomme moto sono importanti per la stessa sicurezza e stabilità del veicolo, soprattutto in curva, in frenata e in accelerazione. È necessario quindi verificare spesso lo stato delle gomme; la profondità residua delle scanalature; il battistrada, eventuali danneggiamenti. Almeno due volte al mese poi, va controllata la pressione. Di seguito vedremo quando cambiare gli pneumatici della moto.

Copertone forato

Anche le gomme delle moto possono forarsi: in tal caso, un bravo gommista saprà stabilire se ci sono danni irreparabili, anche dall’esame interno della gomma. Per capire se le gomme di moto e scooter sono usurate, ci sono dei marcatori, in genere posizionati sul fianco della gomma. Il limite legale di usura è di 1 mm e quando viene raggiunto, le gomme devono essere obbligatoriamente sostituite, per la sicurezza stessa della moto e per evitare sanzioni.

Invecchiamento delle gomme

La durata degli pneumatici dipende da vari fattori:

  • clima;
  • uso;
  • manutenzione;
  • carico;
  • velocità;
  • pressione;
  • stile di guida.

Deformazioni e/o screpolature sul battistrada possono essere segni di invecchiamento e bisogna far controllare le gomme di tanto in tanto da un tecnico per verificare se siano ancora utilizzabili. Dopo cinque anni di uso, il controllo deve essere annuale e se c’è bisogno di cambiarle, bisogna seguire le istruzioni del costruttore contenute nel libretto del motoveicolo. In ogni caso, anche se non si rilevano segni evidenti di usura o invecchiamento è meglio cambiare gli pneumatici dopo 10 anni dalla loro data di fabbricazione.

Danneggiamenti

Piccoli danni agli pneumatici possono essere valutati e riparati, ma è necessaria la sostituzione in caso di: forature sui fianchi; danni causati da sostanze grasse o corrosive; abrasioni o venature della calandratura interna causate da una pressione insufficiente; cerchietto visibile o deformato; deformazioni o separazioni della gomma dal battistrada; cintura o carcassa visibile sotto il battistrada o sui fianchi.

Un’usura anomala del battistrada (presente in alcuni punti, al centro o sulla spalla) indica spesso un problema meccanico (ammortizzatori usurati, trasmissione, fissaggi, ecc.) o di equilibratura scorretta delle ruote. Per prevenire un’usura irregolare, meglio controllare l’equilibratura delle ruote ogni sei mesi e verificare spesso anche la pressione.  Il costruttore del veicolo indica sempre il tipo di gomme da montare. Le gomme anteriori e posteriori devono avere sculture identiche per non alterare equilibrio e stabilità del veicolo. Evitare di montare sullo stesso veicolo un copertone radiale ed uno non radiale.

Ultima modifica: 30 novembre 2020