Quali musei visitare per bimbi appassionati di moto

1682 0
1682 0

Sicuramente non sono in cima ai pensieri di chi allestisce una struttura espositiva dedicata al mondo dei motori. I grandi esclusi sono i bambini, almeno così è stato per lunghi anni, quando si immaginava erroneamente che automobili e motociclette fossero soltanto “una cosa per adulti”.

Perché sono nati i musei di motori per bambini

Tutti noi abbiamo avuto le “macchinine” tra i nostri primi giochi da bambini. Tutti, o quasi, i bambini amano viaggiare in automobile, o andare in moto con papà o i fratelli maggiori. Molti piloti di Formula Uno raccontano di aver sognato guidare uno di quei bolidi perché fin da piccolissimi guardavano in televisione le gesta dei loro idoli su due e quattro ruote.

Non c’è ragione, dunque, perché le mostre di settore non si aprissero anche ai cultori più piccoli. Una pecca che sempre più spesso i curatori delle esposizioni vanno colmando con attrazioni dedicate a giovani e giovanissimi visitatori: dai modelli accessibili a grandezza naturale ai simulatori di auto da corsa. Il che, com’è evidente, rappresenta anche una nuova opportunità per attrarre interi nuclei familiari presso i musei.

I musei da visitare

In Italia si segnala in proposito in particolare il Museo nazionale dell’Auto di Torino. Anche noto come MAUTO 2.0, si tratta del primo museo citato dalla prestigiosa guida turistica Lonely Planet nella sezione “Viaggiare con i bambini”. I motivi? Innanzitutto risiedono nei tanti accorgimenti studiati appositamente per la fascia d’età compresa tra gli zero e i 14 anni.

L’ingresso al Mauto è gratuito per i bambini fino ai 6 anni, mentre è incentivato per i visitatori dai 6 ai 18 anni. Propone un’audioguida pensata appositamente per ragazzi con tre personaggi presi in prestito dal mondo dei cartoni animati che raccontano il percorso museale in maniera divertente.

Presso il sito torinese si organizzano laboratori e attività per bambini e ragazzi. In più il Mauto ha aderito al progetto “Nati con la Cultura” per favorire la lettura e le iniziative di apprendimento, e fa parte delle istituzioni culturali che accolgono le famiglie in possesso del “Passaporto Culturale” che riconosce l’ingresso gratuito a famiglie con bambini nel primo anno di vita. Merita poi una menzione il Museo Ferrari a Maranello.

Lì dove ha avuto origine il mito dei miti delle quattro ruote, i bambini imparano a conoscere e sognare fin da piccoli una Ferrari. I bimbi (ma non solo loro…) resteranno estasiati nel vedere le mitiche Formula 1 una accanto all’altra con le immagini dei gran premi e le copie dei trofei vinti. Vi si può assistere virtualmente a un Gran Premio dal muretto box ricostruito a grandezza naturale.
Nella sala cinema si proiettano senza interruzione filmati di gara, così come potranno provare l’ebbrezza di essere pilota della Ferrari per qualche minuto a bordo degli speciali simulatori. Vi consigliamo anche il Museo Ferruccio Lamborghini a Funo di Argelato, nel Bolognese. Vi troverete le splendide automobili del celebre marchio ma anche trattori, componenti meccaniche, aree didattiche, giochi, e un’area relax per famiglie.

Ultima modifica: 22 Marzo 2022