Pneumatico: scegli il più adatto conoscendo prezzi e modelli

3328 0
3328 0

Molto spesso non si dedica la giusta attenzione alla scelta degli pneumatici. Vediamo in questa guida come fare a scegliere il pneumatico più adatto.

Caratteristiche dello pneumatico per auto

Gli pneumatici per molto persone sono considerati dei semplici oggetti privi di importanza. Questo totale disinteresse nei confronti degli pneumatici genera spesso la scelta sbagliata degli stessi per il proprio autoveicolo. Questo è un errore che secondo le ultime statistiche commettono 7 automobilisti su 10. Un numero molto alto di errori quindi. E’ assolutamente necessario fare chiarezza.

Vediamo in questa guida prima di tutto quali sono le caratteristiche dei pneumatici per auto. Gli pneumatici sono fondamentali per la nostra sicurezza durante il viaggio, tanto quanto i sistemi di ABS e di Airbag. Negli ultimi anni gli pneumatici, esattamente come gli autoveicoli moderni, si sono notevolmente evoluti.

I nuovi modelli di pneumatici commercializzati, sono in grado di resistere per decine e decine di chilometri totalmente sgonfi a causa ad esempio di una foratura o danneggiamento. Ovviamente possiamo definire gli pneumatici che vengono utilizzati per la Formula 1, di un altro pianeta. Le autovetture di nuova generazione sono oggi dotate di molti congegni elettronici che indubbiamente hanno contribuito a rendere più sicura la guida.

E’ dimostrato che un’automobile dotata di ABS, per arrestarsi ad una velocità di 100 km orari, impiega circa 40 metri, percorsi in circa 3 secondi. La stessa automobile dotata di pneumatici usurati, impiegherà per 50 o 60 metri, che percorrerà in addirittura 6 secondi. Il doppio del tempo rispetto ad un’automobile con pneumatici integri. Questo dimostra  decisamente quanto sia importante avere degli pneumatici in buone condizioni generali.

Caratteristiche dello pneumatico per modo

Gli pneumatici non sono assolutamente tutti uguali. Anche se ad occhio sembrano del tutto simili, essi si distinguono per determinate caratteristiche che ne influenzano le prestazioni e il modo d’uso.

La larghezza del battistrada influisce decisamente sulle performance dello pneumatico considerando soprattutto la sua tenuta stradale, la reattività alle manovre brusche e la resistenza ai fenomeni di acquaplaning. Un battistrada largo assicura inoltre prestazioni più elevate e una migliore risposta dello pneumatico in caso di sterzate veloci e fondi particolarmente bagnati e instabili. L’altezza della spalla è la distanza tra il suolo e il cerchione. Essa influenza le prestazioni dello pneumatico sui fondi duri e nelle curve brusche. Maggiore è questo rapporto, minore sarà la capacità dello pneumatico di rispondere alle sterzate improvvise.

Anche il disegno del battistrada presenta le sue particolarità. Oltre a distinguersi in base alla tipologia d’uso e al tipo di pneumatico, il disegno differenzia i pneumatici anche per la direzione di rotolamento. Si tratta ovviamente del verso di rotazione dello pneumatico. Esso può consentire un montaggio indifferenziato o preciso per la direzione di rotazione. Il verso da seguire durante il montaggio è indicato da una freccia stampata sulla spalla dello pneumatico. Questa freccia indica la corretta direzione di montaggio. La pressione degli pneumatici è assolutamente fondamentale per una giuda sicura. Essa si modifica in base al tipo di mezzo e al tipo di pneumatico. La pressione ideale varia anche a seconda del clima. Durante i periodi caldi, l’aria tende ad espandersi aumentando naturalmente la pressione all’interno della gomma. In estate è infatti buona abitudine diminuire la pressione, mentre in inverno è buona regola aumentarla.

Tutti i modelli di pneumatico

L’aderenza dello pneumatico è un’altra caratteristica che differenzia i pneumatici tra di loro. Per aderenza si definisce la capacità dello pneumatico di restare attaccato al suolo, anche sotto forte sollecitazione. La capacità di aderire al terreno è data dalla composizione della mescola, la larghezza del battistrada e dal tipo di disegno. Esistono vari modelli di pneumatico disponibili oggi in commercio. La famiglia degli pneumatici per auto comprende varie categorie. La categoria principale è legata alle condizioni climatiche. Esistono pneumatici per estate o inverno. Una seconda categoria tiene conto delle condizioni d’uso: stradale, competizione o fuoristrada. Infine, alcuni pneumatici presentano caratteristiche importanti da conoscere: Run Flat, disegno asimmetrico del battistrada.

I pneumatici estivi sono progettati per esprimersi al meglio a temperature superiori ai 7 gradi centigradi. Al di sotto di questa temperatura, la gomma si indurirà, perdendo le sue qualità di flessibilità e aderenza. Al di sopra della temperatura di 7 gradi centigradi, i pneumatici estivi si troveranno a loro agio sia su superfici asciutte che su superfici bagnate. E’ bene ricordare che su un fondo asciutto, la guida è migliore se la scultura del battistrada dello pneumatico è più rigida. Uno pneumatico fortemente scolpito sarà invece più efficace su un terreno bagnato. Per quanto riguarda gli pneumatici invernali, è ancora troppo diffusa la leggenda che essi siano adeguati solo sulla neve. In realtà, gli pneumatici invernali sono pneumatici ottimizzati per temperature inferiori a 7 gradi centigradi. A differenza dei pneumatici estivi, la loro mescola, rimarrà elastica anche se sottoposti a basse temperature. Esistono poi pneumatici nordici, progettati per resistere a temperature inferiori a meno 10 gradi centigradi. Infine esistono i pneumatici quattro stagioni, detti anche pneumatici misti. Essi si presentano come un compromesso tra gli pneumatici invernali e gli pneumatici estivi.

Costo minimo e costo massimo dello pneumatico

Il costo degli pneumatici auto è decisamente variabile e molto diversificate sono le fasce di prezzo che caratterizzano questi prodotti. I pneumatici a basso costo, non sempre garantiscono una guida del tutto sicura. Le gomme auto hanno infatti una grande responsabilità in termini di sicurezza, portando innumerevoli benefici alle prestazioni.

Potrete acquistare i vostri nuovi pneumatici, oltre che da un rivenditore gommista, anche sul web o negli ipermercati. Tra gli obblighi di legge per i produttori di pneumatici, vi è quello di indicare nel pneumatico la sua data di fabbricazione. Questo servirà sia ad informare il cliente, che per tracciare i diversi lotti da parte dei produttori. Le fasce di prezzo degli pneumatici sono principalmente 3. I pneumatici top di gamma come ad esempio Bridgestone, Goodyear, Pirelli, Michelin, Continental costeranno a partire dalle 70 euro fino ad arrivare oltre 100 euro ed oltre a pneumatico singolo. Ovviamente le prestazioni saranno eccellenti.

La fascia di prezzo delle gomme intermedie è più contenuta. Potrete risparmiare 15, 30 euro a gomma, avendo comunque un prodotto di qualità. Le gomme low cost sono invece pneumatici a basso prezzo, spesso di fabbricazione cinese. Questi modelli spesso non sempre garantiscono una tenuta ottimale.

Ultima modifica: 17 Ottobre 2017