Olio motore del motorino: come sceglierlo

443 0
443 0

L’olio motore è un elemento determinante per l’efficienza e la sicurezza del motore, anche per i mezzi a due ruote. Riveste un’importante funzione innanzitutto per il raffreddamento e la lubrificazione delle superfici che entrano in contatto radente (pistoni, bronzine albero motore, lobi) o volvente (cuscinetti, punterie a rullo).

Ha inoltre la capacità di proteggere gli organi meccanici interni dalla corrosione e dalla formazione delle cosiddette “morchie” sulle superfici riportate. Un regolare controllo e sostituzione alle scadenze previste, dunque, è la cosa migliore da fare anche se non si percorrono molti chilometri. Già: ma quale acquistare? Scoprite con noi come scegliere l’olio motore per motorino che fa al caso vostro.

Le componenti principali di un olio motore

L’olio lubrificante per motori, anche per quanto riguarda specificamente i motorini, è formato da una sostanza solvente, detta “base“, nella quale sono disciolti gli additivi. In commercio ve ne sono di diverse tipologie e qualità. Quelli considerati di maggior pregio sono gli oli “minerali” derivanti direttamente dalla distillazione del petrolio. I “sintetici” sono prodotti ugualmente partendo dagli idrocarburi ma elaborati chimicamente. Ci sono poi i “rigenerati“, derivanti dal riciclo industriale di oli usati. A completare la composizione degli oli ci sono le sostanze additive che si aggiungono alla base per conferire al lubrificante le proprietà dichiarate dal produttore determinandone le caratteristiche.

Quale olio scegliere?

Veniamo quindi al dunque: qual è l’olio migliore per il nostro motorino? La principale caratteristica tecnica da verificare è la “viscosità“. E’ espressa in gradi SAE ed essa varia in funzione della tipologia di mezzo sul quale utilizzare il lubrificante. La scelta dipende anche dallo stile di guida individuale e dalle condizioni esterne (temperatura, pressione atmosferica, etc…) del luogo in cui utilizziamo il mezzo.

Su una moto sportiva in genere vengono preferite gradazioni SAE più basse rispetto ad una moto da turismo. Per orientarsi nell’acquisto tenete conto che nella classificazione SAE il primo numero si riferisce alla viscosità a freddo (15W/40 dove W sta per winter, inverno) mentre il secondo prende in considerazione quella a caldo. Altra caratteristica da considerare al momento della scelta è la percorrenza periodica che effettuiamo con il nostro motorino.

Se lo prendiamo solo nel week end o teniamo il mezzo alla casa al mare dovremo farci consigliare un lubrificante capace di non perdere efficienza anche dopo una lunga inattività. E dunque optare per un prodotto di qualità medio-alta, più costoso ma più durevole e sicuro.

Ultima modifica: 23 marzo 2021