Modulo Blu: che cosa è e come compilarlo

2132 0
2132 0

E’ un comportamento molto comune, in caso di incidente, porsi subito due domande. La prima è sicuramente se ci sono feriti, se qualcuno si è fatto male. La seconda è: che cosa fare adesso? E la risposta più sensata è certamente non perdere la calma e cercare un Modulo Blu, quello che in molti chiamano ancora CID.

Chi è più aggiornato in materia di assicurazioni auto sa che ormai bisogna chiamarlo Modulo CAI, acronimo di Constatazione Amichevole di Incidente.

Modulo Blu e constatazione amichevole

Si tratta di una procedura, la più diffusa soprattutto in caso di incidenti stradali di piccola o media entità. Meglio definire pacificamente dinamica e responsabilità e rivolgersi in concordia al proprio istituto assicurativo per la definizione del danno.

Per fare tutto questo in tempi assai brevi, generalmente tra i 15 e i 30 giorni, occorre compilare in tutte le sue parti e con molta attenzione il Modulo Blu. Solitamente le compagnie assicurative lo consegnano al cliente contestualmente alla polizza RC Auto proprio perché gli incidenti sono imprevedibili ed è meglio avere sempre in auto un Modulo Blu da redigere subito in caso di necessità.

Una delle regole fondamentali è appunto la tempestività nella comunicazione del sinistro. E’ doveroso farla entro i tre giorni dal fatto.

Cosa serve per il Modulo Blu

Per compilare il Modulo Blu sarà necessario avere sotto mano un documento di identità di chi era alla guida e dei proprietari (se diversi appunto) la carta di circolazione dei mezzi coinvolti, le relative polizze assicurative e naturalmente la patente. Tutti i dati vengono riportati nei relativi riquadri del Modulo Blu.

In testa al foglio, che ha un formato A4, bisogna indicare luogo, data e ora dell’incidente, riportare le generalità di eventuali testimoni con recapito, specificare se ci sono feriti o danni ad altri veicoli o oggetti. Poi si passa ai tre riquadri verticali. I due laterali servono a indicare le generalità dei conducenti e/o proprietari del veicolo, i dati del veicolo, della polizza e una breve descrizione del danno.

Centralmente sono indicate le possibili e più frequenti cause di incidente. Bisogna barrare solo quella o quella che corrispondono alla dinamica dell’incidente. Infine una rappresentazione grafica nel riquadro con una descrizione del senso di marcia, della segnaletica stradale se presente. Infine specificare se c’è stato l’intervento delle forze di polizia.

In fondo alla prima della quattro pagine (tre sono in copia carbone) occorrono le due firme dei responsabili prima di consegnare il Modulo Blu alla propria agenzia assicurativa.

Ultima modifica: 19 Ottobre 2018