Microcar usata: documenti necessari

4760 0
4760 0

Una soluzione vantaggiosa per spostamenti a distanze minime o per giovani che vogliano fare esperienza di guida su strada prima del conseguimento della patente. Le microcar (o minicar, comunque di cilindrata pari o inferiore ai 50 centimetri cubici) hanno avuto negli ultimi anni una discreta diffusione soprattutto nei caotici contesti metropolitani. Ma quando conviene acquistare una microcar usata? Scopriamolo insieme!

Microcar usata o nuova?

Note anche come “auto che si guidano senza patente”, in realtà queste piccole quattro ruote richiedono comunque l’attestazione di un requisito abilitante alla guida. Non la patente di tipo B necessaria alla conduzione delle vetture tradizionali ma il patentino contraddistinto dalla apposita sigla AM. Ovvero, secondo l’articolo 53 del Codice della strada, “quadriciclo leggero a motore a quattro ruote destinato al trasporto di cose con al massimo una persona oltre al conducente nella cabina di guida”.

Di potenza inferiore ai 4 chilowatt e con velocità massima inferiore o pari ai 45 chilometri orari, non si può parlare certo di bolidi. Per quanto riguarda invece i cosiddetti quadricicli “pesanti”, cioè le versioni con potenza compresa tra 5 e 15 chilowatt, è necessario il possesso della Patente B1. In questo caso la velocità massima consentita non superiore a 80 chilometri orari.

Tornando alla patente di tipo AM, si tratta di una innovazione normativa introdotta in Italia nel 2011 con il decreto legislativo numero 59 con il quale la legislazione nazionale recepì la direttiva 2006/126 dell’Unione europea inerente l’omologazione delle licenze di guida nei Paesi membri dell’Ue. Per conseguirla occorre aver raggiunto il quattordicesimo anno di età. Da tener presente che la norma vigente stabilisce per questo tipo di veicoli la discriminante del passeggero in base all’età anagrafica. Ovvero, dai 14 ai 17 anni si possono guidare le microcar ma senza passeggero, facoltà che viene invece concessa al raggiungimento della maggiore età. Ma come fare per entrare in possesso di una minicar usata? Quali sono i documenti necessari?

Documenti per acquistare una microcar usata

La difficoltà maggiore consiste nel caso in cui la vettura da acquistare sia stata messa in circolazione con le vecchie norme che prevedevano la esposizione del cosiddetto “targhino“, identificativo del conducente ma non legato a uno specifico veicolo. Con l’ingresso in vigore delle nuove disposizioni legislative, dal 2012 è necessario invece targare anche le piccole auto – quadriciclo.

I documenti necessari per regolarizzare la propria microcar sono il certificato di idoneità tecnica, il documento d’identità, il codice fiscale e il vecchio targhino da riconsegnare alla Motorizzazione. Nel caso di aziende occorre anche visura della Camera di commercio.

Ultima modifica: 6 Dicembre 2019