Manutenzione auto: i controlli più importanti da fare

608 0
608 0

La sicurezza di un veicolo è fondamentale per l’incolumità delle persone. Una corretta manutenzione evita anche eccessivi costi indesiderati, per esempio nella rottura di qualche componente non controllato. Capiamo quindi nel dettaglio, quali controlli è possibile effettuare per la propria auto, quando svolgerli e perché essi sono così importanti.

Quali controlli fare: tagliando, revisione, check-up auto

Il corretto funzionamento dell’auto, oltre che la preservazione della propria vettura sono fondamentali e ne supportano la longevità.

I controlli sono molti e di natura diversa:

  • tagliando: questa manutenzione è necessaria per mantenere buone le condizioni dell’auto, sotto garanzia. Il costruttore dell’auto in garanzia, ne chiama periodicamente il proprietario e verifica le condizioni di motore, freni, gomme e batteria. Il costo del tagliando dipende dal modello di macchina in possesso, dal suo stato e chilometraggio. Se l’obiettivo è quello di allungare la vita del motore, conviene effettuare il tagliando;
  • revisione: si tratta, in questo caso, di un controllo obbligatorio, imposto dal codice della strada. Lo scopo è la sicurezza del veicolo, che deve sempre essere in ottime condizioni. Questa manutenzione si esegue presso le motorizzazioni ad un costo fisso di 66,88 euro;
  • check-up: spesso questo controllo viene richiesto dal guidatore stesso ed è utile per essere sicuri, che ai controlli obbligatori, la vettura sia nelle giuste condizioni.

La lista di componenti da controllare è numerosa e comprende diversi elementi quali: pastiglie dei freni, luci, liquidi, sterzo, gomme, batterie, carrozzeria, motore, sospensioni e accessori vari.

Perché e quando eseguire controlli periodici di manutenzione

La periodicità dei controlli cambia a seconda della tipologia di manutenzione. Per quanto riguarda il primo tagliando, solitamente, viene eseguito entro i primi 20.000 chilometri.

La revisione, invece, presenta termini più stringenti. La prima revisione deve essere svolta dopo quattro anni dalla prima immatricolazione. Successivamente, questa manutenzione si effettua con scadenza biennale.

L’importanza dei controlli auto è data da diversi motivi. In primis, è fondamentale che la vettura funzioni correttamente e che ogni componente sia sicura, onde evitare spiacevoli inconvenienti o incidenti. Inoltre, una manutenzione periodica permette di risparmiare su costi inaspettati.

I tagliandi regolari consentono anche di usufruire e rispettare a pieno i termini di garanzia dell’auto. Da non dimenticare, è anche il fatto che un’auto in buone condizioni ottiene un valore di mercato più elevato.
Le auto che non rispettano gli standard imposti dalla legge, e che quindi non sono conformi alla sicurezza richiesta dal codice stradale, non sono idonee a circolare. Quindi, è importante conoscere e svolgere i controlli periodici di manutenzione.

Ultima modifica: 28 Settembre 2022