Le luci obbligatorie durante la guida

853 0
853 0

Le luci in auto sono un dispositivo di fondamentale importanza per la sicurezza alla guida. Il loro corretto utilizzo consente a chi guida di poter vedere meglio di notte, tuttavia la legge impone di accenderle anche di giorno, quando si è in autostrada, in modo da essere immediatamente visibili agli altri guidatori. Vediamo in seguito cosa dice il Codice della Strada e quali luci bisogna utilizzare.

Cosa dice il Codice della Strada

Le luci obbligatorie su ogni veicolo sono quelle di posizione, gli anabbaglianti, quelle di arresto, gli indicatori di direzione, le luci di emergenza, quelle di retromarcia, quelle di targa e i fendinebbia.Il nuovo Codice della Strada introduce l’obbligo, per tutti i veicoli a motore, di accendere le luci anabbaglianti, le luci di posizione e quelle della targa, nelle strade extraurbane ed in autostrada.

Per quanto riguarda la percorrenza nelle città, invece, è possibile scegliere se tenerle accese o meno, mentre l’obbligo di accenderle anche in città viene imposto a tutti i veicoli a due ruote. Le luci anabbaglianti devono essere sempre accese in caso di scarsa visibilità, come in galleria e in caso di condizioni meteo pericolose.

In presenzadi visibilità limitata, a causa della pioggia, della neve o di nebbia, si possono accendere le luci anteriori e posteriori per nebbia, in modo da ottenere una migliore visibilità ed essere visibili agli altri. Il Codice della Strada impone anche l’accensione delle luci di posizione in caso di sosta nella carreggiata in strade non illuminate. Le luci di parcheggio, invece, hanno la stessa funzione e se non vengono accese scatta la sottrazione di 2 punti.

Gli indicatori di direzione hanno il compito di far sapere agli altri dove intendiamo svoltare o fermarci, in modo da evitare situazioni di pericolo. Le frecce vanno usate in tutti quei casi in cui cambiamo corsia o intendiamo andare in un’altra strada.

Quali luci bisogna accendere e quando?

Le luci di posizione si accendono insieme alle luci della targa, quelle che si trovano davanti sono di colore bianco, mentre quelle dietro sono rosse e hanno l’obiettivo di rendere visibile il veicolo. Si può scegliere di utilizzare solo queste luci unicamente in città, in strade ben illuminate.

Le luci anabbaglianti servono per illuminare la strada che si sta percorrendo e bisogna accenderle in città, quando non bastano le luci di posizione, fuori città e sempre in caso di visibilità limitata. Durante il giorno vanno utilizzate solo su autostrade e strade extraurbane principali e durante delle situazioni di emergenza.

Le luci abbaglianti possono essere usate fuori città quando non stanno passando altri veicoli, mentre in città e di giorno, hanno la funzione di segnalare l’intenzione di effettuare un sorpasso. Bisogna prestare sempre attenzione all’utilizzo di queste luci, in quanto abbagliare un altro autista è molto pericoloso. Il nuovo Codice della Strada stabilisce, infatti, la decurtazione di 3 punti dalla patente in questi casi.

Ultima modifica: 11 febbraio 2022