Lavaggio del vano motore: perché e come farlo

2131 0
2131 0

Il vano motore è una delle parti dell’auto spesso molto trascurata dai guidatori, i quali si limitano ad effettuare il lavaggio solo degli interni e degli esterni. Tuttavia, la carrozzeria non è l’unica componente importante delle auto e nemmeno lo sono gli interni. Scopriamo insieme come e perché lavare il vano motore.

H2: 3 buoni motivi per lavare il vano motore

Così come le normali pulizie interne ed esterne delle auto, anche il vano motore richiede una pulizia periodica. Questo perché un lavaggio del motore ben eseguito può mantenere in buono stato le componenti meccaniche del veicolo. Vediamo insieme 3 motivi per cui è consigliato non trascurare questo tipo di pulizia:

  1. l’eccessiva sporcizia dovuta a depositi di polvere e olii può compromettere le prestazioni del veicolo in quanto essa può provocare il surriscaldamento del veicolo e quindi causare danni nel lungo periodo;
  2. la polvere che si deposita all’interno del vano motore hanno un effetto abrasivo il quale, se combinato alla vibrazione del motore, può causare danni ai componenti delicati come i cablaggi;
  3. il lavaggio accurato del vano motore può facilitare l’individuazione di perdite dei liquidi o olii grassi, e quindi permettere al conducente di svolgere la manutenzione e prevenire danni più gravi e costosi.

H2: La procedura da seguire

Molto spesso, si vedono in rete immagini e video che suggeriscono di utilizzare un’idropulitrice ad alta pressione per questo genere di pulizia. Si tratta di uno strumento che deve essere utilizzato solamente da mani esperte, in quanto può causare danni alle componenti più delicate. È quindi consigliabile optare per l’utilizzo di uno spruzzatore manuale il quale ha un getto più delicato.

Prima di iniziare il lavaggio occorre attendere che il motore sia freddo, rimuovere la batteria e sigillare con delle pellicole o dei sacchetti di plastica la presa dell’aria e i componenti elettrici. Questo evita sfortunati eventi come il colpo d’aria quando si avvia il motore con dell’umidità. Mentre bagnare i componenti elettrici può comportare cortocircuiti all’interno del sistema elettrico del veicolo.

Durante la pulizia, è consigliabile optare per l’utilizzo di prodotti specifici per il lavaggio del vano motore. L’utilizzo di detergenti generici potrebbe danneggiare alcuni componenti e produrre troppa schiuma, la quale renderebbe più difficile il risciacquo.

Infine, sempre per evitare danni causati dall’umidità, è opportuno asciugare il motore con dell’aria compressa e lasciare il veicolo con il cofano aperto per consentire la fuoriuscita dei vapori. Solo una volta accertati che il vano sia completamente asciutto, si può procedere con l’accensione del veicolo e mantenerlo acceso per almeno 15 minuti.

Ultima modifica: 29 Novembre 2022