Guidare in sicurezza con le auto del futuro

516 0
516 0

Una domanda che le persone si stanno ponendo ultimamente è capire come saranno le auto del futuro. È bene sottolineare che le auto, nel 2030, non voleranno, ma saranno più sicure e più efficienti, in base alle esigenze degli automobilisti. Vediamo come si potrà guidare in sicurezza con queste automobili.

Le caratteristiche delle auto del futuro

Per prima cosa occorre sottolineare che un obiettivo fondamentale per il 2030 è la riduzione di almeno il 40% delle emissioni di gas a effetto serra, con una produzione di auto spinte solo da motori eco-friendly elettrici e motori ibridi.

L’impegno verso questo cambiamento è enorme, sia da parte del governo, che da parte delle case automobilistiche, infatti sono stati già creati diversi modelli di auto alimentate da fonti alternative rispetto ai combustibili fossili.

Un’altra novità riguarderà la creazione di auto sempre più efficienti: già nel marzo 2018, infatti, è stata introdotta la e-call obbligatoria, ovvero la chiamata di emergenza. L’obiettivo è quello di creare veicoli connessi, sia internamente che esternamente. Internamente significa nell’ambito dei diversi sistemi del veicolo, come i sensori, i freni, il navigatore, ed esternamente fa riferimento all’essere connessi tramite internet al sistema locale e ad altri veicoli.

Un’auto connessa offre molti vantaggi: ad esempio, tramite l’utilizzo dello smartphone, si può avere accesso ad informazioni rilevanti sullo stato del veicolo ed è possibile, inoltre, controllare il proprio comportamento di guida.

L’evoluzione tecnologica consentirà ai veicoli di mettersi in contatto tra di loro, dandosi informazioni preziose sullo stato delle strade, su eventuali pericoli e sulle condizioni del traffico. Ad esempio, la Volkswagen ha deciso di montare questo sistema di allerta e monitoraggio nell’ottava generazione della Golf.

Grazie ai progressi tecnologici, gli automobilisti potranno vivere un’esperienza di mobilità iper individuale, con servizi in-car personalizzati e adattati al loro stato emotivo e tutto in tempo reale. Le auto più evolute offriranno la possibilità di creare uno spazio di lavoro, schermi HUD avanzati, sistemi biometrici al posto di chiavi e serrature e comandi attivati dal controllo vocale.

Auto del futuro: una guida sicura

Nonostante le grandi opportunità che l’evoluzione tecnologica offre nell’ambito automobilistico, ci sono ancora tanti timori da parte dei conducenti e quelli più rilevanti riguardano la paura di perdere il controllo del mezzo o di avere poche garanzie di sicurezza.

Le auto del futuro dovranno imparare a vedere l’ambiente circostante, in modo da riuscire a guidare in autonomia e a prendere le opportune decisioni. I sensori hanno il compito di acquisire e analizzare i dati che vengono elaborati. Infine, il Sistema Satellitare Globale di Navigazione (GNSS) monitora la posizione della vettura su una mappa precaricata, comunicando con gli altri sistemi di bordo.

Esistono già dei veicoli con funzionalità di guida assistita, ADAS: sono auto con in dotazione un insieme di funzionalità basate su algoritmi di intelligenza artificiale che, valutando i cambiamenti sulla strada, forniscono avvisi o intervengono per evitare possibili incidenti.

L’evoluzione tecnologica darà vita anche ad auto connesse che, tramite la rete 5G, potranno comunicare con altri veicoli e con le infrastrutture. I rischi di cybersecurity, in questi casi, sono di 4 tipi: il più pericoloso riguarda la safety, ovvero l’attacco ad elementi fondamentali come i freni, lo sterzo e l’acceleratore. Poi ci sono i rischi di operatività legati a specifiche funzioni come il navigatore, la radio o il condizionatore. Infine, ci potrebbe essere un attacco alla privacy.

In conclusione, le auto del futuro rappresentano un’evoluzione fondamentale in un’ottica di progresso ed aumento dell’efficienza di guida, ma bisogna prestare attenzione anche a tutti i possibili rischi a cui si potrà incorrere.

Ultima modifica: 24 febbraio 2022