Guida sicura in autostrada, cosa sapere

1212 0
1212 0

La separazione delle carreggiate, l’ampiezza, la presenza di corsie di emergenza, il fondo stradale e l’illuminazione, sono tutte particolarità che rendono le autostrade percorsi privilegiati per i viaggiatori. Ecco alcune semplici regole per una buona guida in autostrada

Marciare sulla corsia giusta

I tronchi autostradali hanno un numero minimo di corsie non inferiore a due ma possono essere anche tre per carreggiata. In tutti i casi, è garantita la separazione tra gli opposti sensi di marcia tramite apposite barriere. Ciò vuol dire avere sempre a disposizione una carreggiata ampia e da condividere soltanto con mezzi che si muovono nella stessa direzione.

In autostrada è importante ricordare pochi concetti chiave:

  1. Ogni veicolo deve occupare la corsia più adeguata alla propria velocità di marcia. I mezzi più lenti, solitamente i mezzi pesanti, devono percorrere quella più a destra loro riservata.
  2. Se l’auto è veloce, è inutile (e pericoloso) marciare nella corsia di quelli lenti. Bisognerà quindi occupare la corsia centrale se si percorre un tratto a tre corsie.
  3. Se invece le corsie sono solo due, meglio tenersi sulla destra e guardare con attenzione gli specchietti prima di effettuare un sorpasso.

Una guida sicura

Procedere e guidare troppo lentamente può rappresentare un comportamento scorretto, specie in autostrada. Per una guida sicura, è sufficiente infatti tenere un’andatura prudenziale leggermente inferiore a quella indicata dal limite massimo di velocità. In autostrada è raccomandato procedere intorno ai 120 chilometri orari.

I tratti autostradali presentano spesso apparecchiature per il rilevamento automatico della velocità. I cosiddetti autovelox o i più moderni tutor. In corrispondenza di queste installazioni di sicurezza, bisognerà ricordarsi di non inchiodare l’auto al solo scopo di non prendere la multa. C’è il serio rischio di finire tamponati.

Il riposo è essenziale

Meglio evitare di guidare se si è stanchi. Al primo segnale di stanchezza, bisogna accostare in piazzola. Rifocillarsi in un’area di servizio o prendere un po’ d’aria fresca in faccia, magari un caffè, potranno aiutare. Se, rimettendosi in marcia, ci si accorge di essere ancora stanchi, si potrà fare una sosta più lunga scegliendo magari di fare un sonnellino ristoratore

Manutenzione

Viaggiare in autostrada significa spesso compiere tragitti più lunghi. È indispensabile dunque far controllare il mezzo al proprio meccanico di fiducia. Si può dare una controllata ai livelli di olio, acqua, liquido freni, e chiaramente al display del carburante. Nonostante i navigatori, poi, sempre meglio verificare il percorso prima di partire. 

Ultima modifica: 9 Novembre 2022