Guanti da moto, come scegliere quello più adatto

1772 0
1772 0

guanti da moto non sono sicuramente un capo come tutti gli altri. Anche se molti tengono in considerazione anche l’aspetto “moda”, piuttosto che il marchio, la cosa fondamentale di un guanto da moto, soprattutto se lo utilizziamo in funzione protettiva durante la stagione invernale, è che sia caldo e ci consenta la massima maneggevolezza sui comandi del mezzo.

Provare i guanti

La cosa fondamentale dunque quando dobbiamo acquistare dei guanti da moto è quella di provarli e vedere se sono davvero perfetti per le nostre mani e per il tipo di utilizzo che ne dovremmo fare. Non esiste altro modo: i guanti vanno controllati, indossati e testati simulando quelle che sono le classiche operazioni che le mani devono svolgere quando sono al manubrio. Aprirsi, chiudersi, garantendo la massima funzionalità delle dita quando si allungano verso la leva della frizione o quella del freno anteriore.

Guanti comodi

I guanti dovranno essere caldi, soprattutto se ci servono durante la stagione più fredda, ma estremamente comodi. Inutile indossare degli splendidi e caldissimi guanti stretti che quasi ci bloccano la circolazione delle dita e che non ci consentono la migliore maneggevolezza possibile sui comandi della moto. Diventerebbe pericoloso. Meglio un paio di guanti più comodi, magari una taglia più larga, o anche di un tessuto meno stringente. La cosa fondamentale è che ci consentano la massima maneggevolezza e agilità sui comandi. Questa è l’unica cosa che conta.

I guanti invernali

Esistono molti modelli, alcuni dei quali estremamente economici. I guanti rappresentano anche una questione di sicurezza: non dimentichiamo che devono anche garantire il massimo grip sul freno e manetta dell’acceleratore. Risparmiare qualche euro per un modello economico di tessuto sintetico che si rivelerà non caldo o poco funzionale non è una buon idea. Meglio spendere qualcosa di più comprando dei guanti che possano durare nel tempo ed essere sfruttati anche nelle stagioni a venire.

L’inverno, per esempio, suggerisce l’utilizzo dei cosiddetti guanti doppi. Una parte interna, quasi sempre in pile, molto calda e una parte esterna che serve a proteggere dalle correnti d’aria anche da eventuali urti.

Anche in guanti da lavoro

Molti motociclisti, soprattutto quelli che hanno la fortuna di guidare mezzi con le manopole riscaldate, optano per la scelta più semplice in assoluto: dei banalissimi guanti da lavoro, come quelli che si trovano a pochi euro, addirittura in stock, sui banchi del centro commerciale. Si calzano con grande facilità, garantiscono il massimo grip e non dovendo ovviare alla necessità di mantenere la mano calda, a quello ci pensano le manopole, rappresentano il miglior compromesso possibile, peraltro estremamente economico.

 

Ultima modifica: 1 Dicembre 2020