Fiat, 7 aneddoti sulla casa automobilistica

795 0
795 0

Nel luglio 1899 inizia della storia dell’allora Società Anonima Fabbrica Italiana di Automobili Torino: in pochi mesi si arriva alla sigla definitiva FIAT, che in latino vuol dire “Che sia!”. Ecco almeno sette curiosità sul celebre marchio automobilistico.

Gli inizi

La Fiat è tra le 5 case automobilistiche piùantiche del mondo. È nata infatti nel 1899 e in questi 122 anni di storia ha prodotto diversi milioni di automobili per uso privato, aziendale, ed anche per impiego agricolo. L’atto costitutivo fu sottoscritto il 1° luglio del 1899. L’azienda nacque dall’ambizione di un gruppo di aristocratici, imprenditori, borghesi facoltosi ed emergenti.

Pochi forse sanno che la FIA (Fabbrica Italiana Automobili), poi divenuta FIAT (Fabbrica Italiana Automobili Torino), inizialmente non era di proprietà della famiglia Agnelli, o di quello che è considerato il capostipite della dinastia, ovvero Giovanni Agnelli senior. È bene precisare, infatti, che il vecchio Agnelli subentrò nella guida della Fiat otto anni dopo la sua fondazione, ovvero nel 1907.

Ecco il gruppo degli originari fondatori: Emanuele Cacherano di Bricherasio e Cesare Goria Gatti, il banchiere Michele Ceriana Mayneri, il conte Roberto Biscaretti di Ruffia, il possidente Lodovico Scarfiotti, il marchese Alfonso Ferrero de Gubernatis Ventimiglia, l’avvocato Carlo Racca, l’agente di cambio Luigi Damevino e l’industriale della cera Michele Lanza.

Quest’ultimo cedette parte delle sue quote proprio a Giovanni Agnelli che subentrò quindi da quella data (1907) nella presidenza della società all’amico e socio Fiat che lo aveva coinvolto: Ludovico Scarfiotti. Il capitale sociale iniziale ammontava a circa un milione di lire, che oggi corrisponderebbero a circa 4 milioni di euro. Si trattava senza dubbio di una somma considerevole per l’epoca, somma che consentì di avviare la produzione di automobili già nel 1899 con la prima vettura: la 3½ HP.

Questo tipo di modello automobilistico fu messo in commercio nel 1899 con soli otto esemplari disponibili, ma fu sufficiente per lanciare la Fabbrica Italiana Automobili Torino nello scenario automobilistico italiano e perfino internazionale. Dagli albori ai giorni nostri, la Fiat ha sempre prodotto auto “popolari” ovvero rivolte all’uso comune e diffuso da parte di tutti i ceti sociali e le categorie. Questo principio base è rimasto anche se la casa Fiat possiede per acquisizione marchi come la Ferrari, la Maserati e l’Alfa Romeo.

FIAT e i primi successi

La Seconda Guerra Mondiale portò a una prima crisi del gruppo, poi subito protagonista del miracolo economico italiano del dopoguerra: in questo periodo fortunato la produzione salirà a 400mila auto all’anno.

Arriveranno i primi grandi successi senza tempo di Fiat: prima la 600 nel 1955 e poi la 500 nel 1957. Il consenso e l’apprezzamento dei clienti fu grande e condusse all’ampia diffusione dei modelli della Casa italiana; anche la struttura industriale si rafforzò e vennero aperte nuove fabbriche in tutto il mondo.

Fiat continuò a creare nuovi modelli, come la 850 del 1964, seguita dalla 124 e dalla 128: negli anni ’70 arriva la famosa 127 e la società diventa una holding, con una riorganizzazione che dura tutto il decennio. Da qui nasce anche la Fiat Trattori, e la parte di Magneti Marelli (autoricambi – Ercole Marelli) diventa autonoma.

Lo strano record della Fiat

La casa automobilistica Fiat detiene anche un record molto particolare che sicuramente incuriosisce e che

vale la pena approfondire. Solitamente i vari costruttori detengono record che riguardano le auto sportive o del segmento Premium e le prestazioni che queste riescono ad avere, comprese le alte velocità, gli accessori tecnologici, le motorizzazioni innovative ed ecologiche.

Invece per Fiat si parla di un record legato ad una citycar: la mitica Panda e per l’esattezza la Panda che era di proprietà dell’avv. Agnelli e che è stata recentemente venduta al prezzo incredibile di 37.000 euro. Si tratta di un vero e proprio record in quanto è la utilitaria più costosa della storia!

Cape Canaveral, una presentazione “spaziale”

Nello specifico caso, non si parla certamente di missioni spaziali, ma forse in pochi ricordano che la presentazione di uno dei modelli della Fiat avvenne proprio a Cape Canaveral. Si trattava dellaFiat Uno negli avveniristici anni ’80 (1983) e venne allestito uno spazio dedicato proprio alla esposizione e pubblicizzazione di questo modello di automobile.

La Fiat 500: un’auto “mito”

Non sono molte le case costruttrici che possono vantare un modello di auto entrato nel mito o nella storia dell’automobilismo. Per quanto riguarda la Fiat, si tratta del modello “500”: una macchina innovativa dal punto di vista sociale, che è rimasta nel cuore della gente.

Si tratta della prima vera utilitaria italiana che ha unito le caratteristiche delle ridotte dimensioni, della maneggevolezza e facilità di parcheggio e che è stata anche la prima auto di molte famiglie italiane appartenenti al medio ceto borghese. Una citycar o utilitaria diventata una leggenda.

La FIAT e il cinema

Il rapporto “d’amore” tra Fiat e cinema è iniziato moltissimi anni fa. Ma il sodalizio non riguarda solo il cinema italiano, bensì anche quello internazionale. Sono numerosi i film in cui appaiono i modelli d’auto della casa automobilistica torinese.

Per quanto riguarda la produzione hollywoodiana, molte auto Fiat di diversi modelli sono comparse in film come la serie degli “007 James Bond”, oppure in “Cars”, o ancora in “Lupin III”, “Inferno”, ma citarli tutti sarebbe impossibile perché sono tantissimi. Se si gioca in casa invece, chi non ricorda le Fiat presenti in film quali: “Radiofreccia”“il Ragazzo di campagna”, “Fracchia la belva umana” e tantissimi altri.

FIAT e l’epoca contemporanea

FIAT torna in crisi nei primi anni 2000, nonostante la nuova alleanza con General Motors, conclusa però in poco tempo.

In questo periodo muoiono anche Gianni e Umberto Agnelli, e il presidente diventa Luca Cordero di Montezemolo: Sergio Marchionne è invece l’amministratore delegato che gestisce l’accordo con Chrysler. Da qui il 19 gennaio 2014 nasce l’attuale FCA, acronimo di Fiat Chrysler Automobiles, e Montezemolo viene sostituito da John Elkann.

Fiat è un importante gruppo finanziario e industriale privato italiano, e anche la maggior casa produttrice in Europa, terza a livello mondiale.

Ultima modifica: 19 Novembre 2022