Esp auto: funzionamento e vantaggi

4313 0
4313 0

Electronic Stability Program (ESP) o controllo elettronico di velocità dell’auto: da novembre 2014 tutte le auto dovranno essere dotate di questo dispositivo per rivelare e tenere sotto costante controllo la velocità e la stabilità dell’auto.

Scopriamo in questa guida che cos’è, il funzionamento ed i vantaggi derivanti dall’installazione dell’Esp auto.
Dal mese di novembre 2014 è diventato obbligatorio su tutte le auto di nuova immatricolazione l’installazione del dispositivo Esp auto, ovvero l’Electronic Stability Program che consente il controllo elettronico della velocità e della stabilità dell’auto.
La novità riguarda tutte le autovetture e tutti i veicoli commerciali che hanno una massa totale fino a 3,5 tonnellate: l’Esp auto è stato introdotto proprio per ridurre il numero di incidenti che possono essere cagionati dall’alta velocità su strada.
Il controllo elettronico di velocità e di stabilità consente di monitorare durante la marcia del veicolo prevenendo sbandate o “distrazioni dalla guida” grazie a correzioni che riportano l’attenzione ed il livello di concentrazione del guidatore sulla strada.
L’Esp auto è un congegno che ha un impatto decisivo ed assolutamente interessante sulle condizioni di guida degli automobilisti: consente di prevenire gli incidenti cagionati da distrazioni ed alta velocità ed aiuta a riportare l’attenzione e gli occhi del conducente sulla strada.
L’Esp aiuta, infatti, a mantenere la traiettoria e la direzione scelta dal guidatore del veicolo, evitando che l’alta velocità in curva porti a “sbandare” e la scarsa tenuta delle strade possa cagionare sinistri che si rivelano fatali.
Per questi motivi, il controllo elettronico di stabilità assolve ad una funzione davvero vantaggiosa ed interessante per proteggere il guidatore dai pericoli e dalle mille distrazioni che possono “minacciare” e mettere in serie pericolo il suo lineare andamento sul manto stradale.
Gli eccessi alla guida e le continue distrazioni sono costantemente “dietro l’angolo” e sono cause inevitabili che possono trasformarsi in fatalità: basta un minimo di distrazione per perdere il controllo del proprio veicolo e cagionare un incidente fatale.
L’Esp auto consente di regolare la potenza del motore e permette di frenare le ruote in modo tale da ristabilizzare l’assetto dell’auto, corregge situazioni di sovrasterzo o sottosterzo, che si possono verificare nei casi di curve, nei casi di improvvisa deviazione di traiettoria, per evitare lo sbandamento dell’auto.
I componenti principali dell’Esp Auto sono ascrivibili ai seguenti: 4 sensori di velocità (uno per ciascuna ruota) che comunicano alla centralina la velocità di ogni singola ruota; un sensore di angolo di sterzo; 3 accelerometri; alcuni sensori sulla gestione motore.
Per evitare e ridurre il numero di incidenti stradali è nato l’Esp Auto come evoluzione dell’ABS: negli USA l’Esp è già obbligatorio per tutti i veicoli fino a 4,5 tonnellate, a breve, entrerà anche sul mercato del Giappone, Corea, e Russia.

Ultima modifica: 25 Settembre 2017