Com’è nata l’automobile Lamborghini?

2974 0
2974 0

Il marchio “Lamborghini” è da considerare senza alcun dubbio uno dei più importanti e famosi al giorno d’oggi. Infatti, le macchine di questa azienda sono tra le più ostentate ed utilizzate da coloro che fanno parte del mondo del lusso, mostrando ampiamente il successo, la capacità e la competenza del suo fondatore, ossia Ferruccio Lamborghini. Scopriamo insieme tutto ciò che bisogna sapere sul marchio che ha dato vita alle automobili “Lamborghini”.

Origini del marchio “Lamborghini”

La nascita delle automobili “Lamborghini” è molto diversa ed inusuale rispetto a quanto la maggior parte delle persone potrebbe credere. Infatti, il celebre marchio di automobili ha avuto origine da un’idea dell’ingegnere meccanico Ferruccio Lamborghini, il quale decise di fondare nel 1948 una fabbrica di trattori a Ferrara. Per dare il via a questa attività, Lamborghini acquistò un lotto di motori militari rimasti inutilizzati dalla Seconda guerra mondiale, così da favorire il riscatto dell’Italia dopo la distruzione causata dal conflitto appena superato.

Ferruccio è uno dei primi in Italia a comprendere ed intuire le potenzialità che il mercato della meccanizzazione dell’agricoltura poteva offrire, perciò decise di mettersi alla prova e di sfruttare le sue capacità e tecniche meccaniche ed ingegneristiche. In questo modo, Lamborghini fu in grado di realizzare un trattore potente e poco costoso chiamato “Carioca”, destinato ad essere utilizzato dai contadini per agevolare il loro lavoro nei campi. Fortunatamente, il responso del mondo degli agricoltori fu molto positivo, e questo permise a Ferruccio di attuare il passaggio da produzione artigianale a produzione industriale negli anni ‘50.

Nascita dell’automobile “Lamborghini”

Nel corso del tempo, l’azienda “Lamborghini” cominciò ad essere sempre più conosciuta in tutto il mondo, accrescendo la fama di Ferruccio e dei suoi collaboratori. Grazie a ciò, e ad un viaggio che compì negli Stati Uniti negli anni ‘60, Lamborghini decise di voler ampliare la produzione del marchio, indirizzandosi verso la realizzazione di automobili. Perciò, nel 1963 acquistò un terreno a Sant’Agata bolognese e iniziò la costruzione degli stabilimenti che, in seguito, diventarono la sede per la nuova direzione presa da Ferruccio, ossia “Automobili Ferruccio Lamborghini SpA”.
La risposta del mercato al cambiamento di produzione del marchio fu accolta con grande entusiasmo, e l’azienda diventò una delle prime industrie italiane produttrici di macchine. Infatti, le automobili “Lamborghini” furono apprezzate in tutto il mondo, il quale acclamava la qualità e la potenza di queste vetture. Tuttavia, dopo anni di gestione familiare, la crisi petrolifera e quella dell’industria dell’automobile della metà degli anni Ottanta costrinsero la proprietà a cedere le proprie quote. Ma il nome e il marchio “Lamborghini” sono rimasti nella storia, e le sue automobili sono ancora oggi ampiamente apprezzate ed utilizzate.

Ultima modifica: 29 Aprile 2022