Che cos’è la calandra e come funziona

18687 0
18687 0

La calandra: cosa sarà mai? Probabilmente avrete sentito parlare qualche volta di questo componente a proposito delle automobili ma se doveste indicare dove si trova e cosa sia, quasi certamente non sapreste cosa dire. E del resto non siamo tutti esperti di motori e carrozzerie, pur essendo (quasi) tutti automobilisti.

Che cos’è la calandra?

In genere la calandra viene identificata come la prosecuzione verticale del cofano anteriore. In pratica si tratta di quella sezione del frontale del veicolo che delinea la sagoma raccorda anche esteticamente la zona bassa (semiasse – albero – ruote) e l’area propulsore con l’abitacolo. Essa infatti è formata dalla sezione frontale della carrozzeria della vettura che funge anche da copertura del motore e comprende la mascherina forata che copre il radiatore, consentendo all’impianto di raffreddamento di tenere il motore alla giusta temperatura. E’ il punto dell’automobile dove solitamente vengono posizionati anche i simboli identificativi dell’azienda produttrice.

Com’è cambiato il componente negli anni

Tra i più importanti elementi per il funzionamento del mezzo ci sono i dispositivi di illuminazione, inglobati all’interno del componente. I faretti di posizione, gli abbaglianti e il cupolino tondeggiante di una volta si sono via via trasformati in gruppi con forme avveniristiche: quadranti di luce o fenditure sottilissime al led. Tutte innovazioni che hanno modificato conseguentemente le calandre che hanno però continuato a svolgere la loro funzione originaria. Così come sono parte della calandra i parafanghi. Anch’essi profondamente rivoluzionati nei decenni, non sono più quella fascia metallica con barra “respingente” che caratterizzava le vecchie auto ma eleganti e flessuosi pannelli. Le carene devono tenere questi componenti agganciati alla vettura, con sistemi di fissaggio sempre più minimali. In alcuni modelli di automobile, la calandra è inoltre sede della targa anteriore del veicolo. Essa termina raccordandosi con i gruppi ottici e con i paraurti.

Come scegliere una nuova calandra

Chiaramente ogni casa produttrice ha un proprio approccio al tema, così come ci sono sostanziali differenze tra tipologia e tipologia di auto. Da questo dipende anche la diversa metodologia di manutenzione, nel caso vi fosse bisogno di mettere mano alla calandra. Pertanto, se dovrete scegliere la calandra nuova da posizionare sulla vostra auto vi suggeriamo di optare per un prodotto originale da acquistare presso un rivenditore autorizzato. Se doveste optare per il fai da te in caso di sostituzione, alla calandra si accede attraverso il cofano. I bulloni di fissaggio sono visibili nella sua parte superiore. In genere, oltre che con i bulloni, la calandra è fissata con alcuni incastri: va rimossa attraverso un semplice movimento a U. A questo punto si potrà procedere al posizionamento della nuova calandra, facendo attenzione a non usare eccessiva forza per non determinarne la rottura.

Ultima modifica: 15 Giugno 2021