Candelette motore diesel: a cosa servono

4979 0
4979 0

Le cosiddette “candelette” sono dei piccoli strumenti dotati di una notevole importanza per tutte le vetture alimentate a diesel. Nello specifico, qual è il loro scopo?

Funzione candelette motore diesel

Ebbene, la loro funzione permette ai motori, alimentati a gasolio, di favorire il processo di preriscaldamento delle camere di scoppio. Vi è da sapere, infatti, che tale carburante, a differenza della benzina, ha un livello di infiammabilità nettamente inferiore, perciò necessita di un aiuto, per permettere al combustibile di sprigionare la reazione che garantisce al motore, da spento, di azionarsi.

Come avviene questo procedimento? Il fenomeno si scatena all’interno del cilindro, nell’impianto elettrico dell’automobile, nel quale è presente un torchio che, nel momento in cui si cerca di avviare il motore, sale verso l’alto, andando a comprimere l’aria disposta all’interno dello stesso cilindro.

L’azione di pressatura permette all’aria contenuta di surriscaldarsi, divenendo così incandescente, fino a raggiungere il culmine del cilindro, zona in cui si trovano i cosiddetti “iniettori”. Essi rappresentano il veicolo attraverso il quale il calore viene nebulizzato all’interno delle camere di scoppio, per poi essere trasmesso alle candelette di nostro interesse, che riescono ad assorbire l’energia pervenuta.

In tale maniera, sia grazie alla pressione del torchio che alla nebulizzazione degli iniettori, si scatena una sorta di esplosione che permette alle candelette di filtrare il calore, giunto a temperature elevatissime, per scaldare il diesel presente nella vettura e, di conseguenza, di azionare il motore.

Perché sono importanti le candelette dei motori a diesel

La loro presenza è fondamentale soprattutto nei periodi più freddi dell’anno, con le temperature sempre più rigide che mettono a dura prova le vetture e i loro cuori pulsanti.

Tuttavia, secondo gli appassionati del settore, sembra che questi strumenti risultino essere assenti dai veicoli di ultima produzione, poiché la tecnologia, avendo fatto passi da gigante, è riuscita a sopperire al loro utilizzo, riuscendo a realizzare una combustione spontanea ed immediata.

Ciò non è totalmente vero, o almeno non lo è per tutti i nuovi modelli prodotti, poiché è dimostrato che la loro presenza sia ancora in auge, grazie all’essersi resi conto che siano in grado di diminuire le emanazioni inquinanti e la diffusione del rumore del motore quando la vettura si trova su strada. Perciò, non sono state totalmente messe da parte.

La manutenzione, inoltre, è fondamentale e bisogna tenerne conto perché questi elementi, così come altre parti delle vetture, sono spesso soggetti a bruciature e a corrosioni, perciò necessitano di revisione o cambiamento almeno una volta l’anno.

Ultima modifica: 9 Novembre 2018