Bambini in auto: cosa sapere sui seggiolini

1460 0
1460 0

Chi ha un bambino sa bene quanto sia importante riuscire a garantire un viaggio in auto in sicurezza. Per poter trasportare dei bambini piccoli in auto senza correre dei rischi è fondamentale conoscere le regole principali: ad esempio, bisogna installare dei seggiolini adatti a loro. Vediamo tutto quello che occorre sapere.

I seggiolini: dispositivi fondamentali per la sicurezza

I dati parlano chiaro: ogni anno, in Italia, circa 4.000 persone muoiono in incidenti stradali e, tra queste, circa 80 sono bambini. In proporzione al numero di bambini presenti in Italia e alle poche occasioni in cui viaggiano in auto, sono cifre molto elevate.

Occorre riflettere sul fatto che, come rilevato dall’Istat, gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i bambini dai 5 ai 14 anni e il viaggio senza seggiolino aumenta notevolmente il rischio di morte. Tuttavia, tutti questi incidenti sono evitabili.

Nonostante questo, solo un terzo dei bambini in Italia viaggia in modo sicuro, per colpa dei genitori, che prestano poca attenzione a rispettare le norme. Innanzitutto, non bisogna tenere sulle gambe il bambino, perché, in caso di incidente, la forza d’urto lo strapperebbe, facendolo volare contro il parabrezza. Un’altra cosa da evitare è allacciarsi con la cintura insieme al bambino: un incidente potrebbe far sì che la cintura gli causi gravi traumi o che lo strangoli.

Le cintura di sicurezza devono essere sicure per il piccolo, per questo motivo è necessario che aderiscano bene al corpo: la regolazione in altezza deve essere impostata in modo da far passare il nastro della cintura al centro della clavicola e la parte inferiore deve aderire al bacino e non all’addome.

seggiolini per bambini devono avere cinture regolabili in lunghezza e in altezza, in modo che l’aggancio delle cinture sia posizionato sulla pancia del bambino. La chiusura ideale deve essere facile da sganciare per un adulto, ma troppo dura per il bambino, in modo che non possa togliersela da solo.

Il posto ideale per il trasporto dei bambini in auto è quello posteriore centrale, che deve essere dotato della cintura a tre punti o attacchi ISOFIX, altrimenti bisogna optare per il posto posteriore lato marciapiede.

Alcuni genitori trasportano il bambino accanto a sé sul sedile anteriore: questo non è vietato dall’articolo 172 del Codice della Strada, tuttavia occorre ricordarsi di disattivare l’airbag se il bambino viaggia contro marcia o di posizionare il sedile molto distante.

Cosa dice la legge

L’articolo 172 del Codice della Strada prevede l’obbligo di utilizzo del seggiolino omologato e adeguato al peso per i bambini fino ai 150 centimetri d’altezza. Chiunque non dovesse rispettare le norme relative al trasporto dei bambini rischia una multa che va dagli 80 ai 323 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente. Inoltre, i genitori possono scegliere i seggiolini sulla base di due normative europee di omologazione: la UN ECE R44 e la UN ECE R129.

Per quanto riguarda i rialzi, chiamati anche booster, dal 2017 le aziende devono produrli con uno schienale per bambini fino ai 125 centimetri di altezza, che sostituiscono quelli che ne sono privi.

Nel 2018 è stato approvato l’obbligo di installare sui seggiolini dei particolari dispositivi di allarme per prevenire l’abbandono in auto nei bambini di età inferiore ai quattro anni. Infine, dal 6 marzo 2020, chiunque circoli senza il dispositivo anti-abbandono può incorrere in multe molto salate.

Ultima modifica: 9 Marzo 2022