5 consigli pratici per guidare sulla neve

496 0
496 0

Quando arriva l’inverno, una delle cose più temute, per chi deve mettersi in auto e fare molti chilometri, è la neve. Di seguito, ecco 5 consigli utili e fondamentali per guidare sulla neve e sul ghiaccio.

1. Prudenza!

Se si deve guidare sulla neve, la prudenza non è mai troppa.

Il consiglio è quello di essere elastici mentalmente, mettendo da parte la “routine di guida” che si pratica tutti i giorni. Quando si affronta un percorso totalmente innevato, bisogna adottare una guida molto più lenta del solito, l’andatura dovrebbe abbassarsi del 30/50% rispetto alla norma, perché basta un piccolo movimento brusco per far slittare la macchina o per impantanarla.
Bisogna anche evitare sterzate irruente o brusche frenate, mantenere l’acceleratore basso e costante e assumere una guida morbida e fluida, stando attenti soprattutto alle curve.

Guidare sulla neve significa avere una superficie poco aderente e sdrucciolevole, e bisogna prestare particolare attenzione alle ripartenze in generale ma soprattutto quando ci troviamo in salita. Il segreto per evitare che la macchina sbandi e slitti è dosare bene l’acceleratore, percepire il livello di aderenza delle gomme sul terreno e mantenere il piede sull’acceleratore costante.

Quando si guida sulla neve, bisogna evitare di schiacciare il pedale del freno, soprattutto in discesa. Su strade innevate, meglio sempre usare il “freno motore” scalando le marce per rallentare fino a fermare la macchina. Se è proprio necessario frenare, meglio farlo dolcemente e possibilmente quando si procede con le ruote dritte.

2. Comfort del guidatore

Guidare sulla neve comporta quadruplicare la soglia dell’attenzione, quindi bisognerà focalizzare l’attenzione sulla strada e percepire le risposte della propria autovettura, con una mente lucida, rilassata e tranquilla. Il comfort del conducente faciliterà tutto questo ed è fondamentale per guidare in situazioni più complesse del solito.

Chi guida, deve vestirsi in maniera comoda, considerando che in auto inizialmente la temperatura sarà gelida ma poi con il climatizzatore acceso farà caldo. Quindi sarà meglio vestirsi con più strati di indumenti, per poter adeguare il corpo alle diverse temperature, poi si dovranno scegliere scarpe adeguatamente calde, con suola asciutta e buon grip, evitando scarpe di suola scivolosa o con tacchi alti.

Prima di partire bisogna riscaldare adeguatamente l’auto. Se si ha un’auto che permette di riscaldare il sedile sei già a buon punto perché il tepore immediato donerà già un buon confort di guida. Spesso il volante risulta totalmente ghiacciato, meglio allora usare dei guanti. In alternativa, ci sono dei copri volante che grazie al materiale usato trattengono meno il freddo e permettono di guidare sulla neve da subito anche senza guanti.

3. Preparazione dell’auto per guidare sulla neve

Ci sono zone geografiche dove la possibilità che l’inverno porti la neve è certa al 99,9% bisogna quindi preparare l’auto.

Cosa significa? Innanzitutto meglio avere un kit per pulire il mezzo dalla neve, perché prima di partire e affrontare qualsiasi tragitto innevato è necessario rimuovere accuratamente tutta la neve presente sul tettuccio e tutta la neve presente sui vetri anche quelli laterali. La visibilità in caso di strade con la neve è molto ridotta, il bianco riflette anche la luce delle altre auto e avere un parabrezza coperto è rischiosissimo. Questi kit includono dei raschietti e altri utensili facili da usare, oltre ad alcuni spray che sciolgono immediatamente la neve e altri ancora che prevengono la formazione di lastre ghiacciate.

Un’altra accortezza è il Kit anti-freddo, un insieme di cose che permetteranno di non patire il freddo in caso di emergenza. Si tratta di kit molto diffusi nei paesi del nord Europa, che comprendono alcuni “oggetti di sopravvivenza”: una coperta molto pesante, del cibo, dell’acqua, degli scaldamani e un power bank. Per molti può sembrare un’esagerazione, ma se durante un viaggio magari di notte con tanta neve sulla strada, per qualsiasi motivo saremmo costretti a fermarci e passare la notte in auto, questo kit sarebbe la nostra salvezza.

Infine ricordarsi sempre di controllare:

  • l’antigelo del liquido lavavetri
  • il funzionamento dei tergicristalli
  • il funzionamento delle luci
  • le gomme della propria auto

4. Anticipare i movimenti di guida

Per guidare sulla neve è fondamentale cambiare la “routine di guida”. Se cade molta neve sul manto stradale manca l’aderenza e pensare di guidare come se si fosse su strada normale è da folli. Il segreto è sempre anticipare qualsiasi movimento.
Sia che si tratti di frenare, di accelerare o di rallentare: giocare d’anticipo.

Prima di affrontare qualsiasi curva e di sterzare, con le ruote ben dritte, bisogna azionare il freno motore scalando le marce e poi, sempre prima di curvare, dare un piccolo colpo di freno se necessario per rallentare l’auto. In curva bisogna mantenere una velocità costante, evitando strappi o decelerazioni improvvise.

Per scongiurare incidenti, bisogna ricordarsi sempre la regola di mantenere la distanza di sicurezza che deve essere il doppio se non il triplo di quella standard. Con la neve, i tempi di frenata possono allungarsi, la macchina può slittare e in generale i tempi per arrestare l’auto completamente si dilatano.

5. Aumentare il livello di sicurezza dell’auto

Può sembrare una banalizzazione ma purtroppo non è così, troppe volte gli automobilisti non hanno la percezione del pericolo e si mettono alla guida senza le giuste dotazioni. Questa è una pratica rischiosa e va contro le normative di legge

Il problema di chi deve guidare sulla neve, o comunque affrontare una guida su ghiaccio, è proprio la poca aderenza, è per questo che la legge impone accessori come le catene e gli pneumatici invernali.

Le catene da neve devono essere omologate. Queste offrono una buona sicurezza in termini di grip con l’asfalto innevato, tuttavia non sono molto flessibili, in quanto vanno montate solitamente quando la neve è molto alta e poi non tutti gli pneumatici sono catenabili.

Equiparate dal punto di vista normativo alle catene, gli pneumatici invernali riescono a dare un’ottima aderenza anche in caso di neve alta. Sono gomme progettate per grandi performance anche in situazioni meteorologiche molto gravi. Riescono a mantenere un ottimo grip e stabilità anche a -35°.

Ultima modifica: 27 Dicembre 2022