Casco per bambini: guida alla scelta

6311 0
6311 0

La maggior parte delle persone potrebbe ritenere la moto, un mezzo non adatto alle famiglie ma nella realtà non è così. La nostra due ruote, infatti, può essere utilizzata ad esempio per accompagnare o andare a riprendere i figli da scuola o dopo l’allenamento e anche per brevi viaggi. Naturalmente ci si dovrà attenere alle norme del Codice della Strada in materia di trasporto di minori sulla motocicletta.

L’articolo 170 e il trasporto di minori

La normativa che disciplina il trasporto di un minore sui motoveicoli è scritta nero su bianco all’articolo 170 del Codice della Strada. Tale articolo vieta in maniera assoluta il trasporto di minori sotto i 5 anni di età sui veicoli a due ruote. Mentre per quelli di età superiore ai 5 anni l’unico requisito richiesto per il trasporto è che la loro corporatura sia tale da permettergli di stare seduti in maniera stabile e in perfetto equilibrio. Divieto assoluto disporre il bambino tra il manubrio e il conducente.

Il minore dovrà essere sempre messo nel posto del passeggero ovvero dietro il guidatore. Inoltre, il guidatore dovrà essere per Legge essere maggiorenne. Il Codice della Strada prevede (sempre all’articolo 170) il pagamento di una sanzione amministrativa nel caso in cui fosse contestata la violazione di trasporto di un minore sotto i 5 anni di età. In questo caso, la sanzione parte da 165 euro fino a un massimo di 660 euro.

Moto e minori: prima di tutto la sicurezza

Anche per i piccoli passeggeri la prima regola è la sicurezza. E anche l’equipaggiamento è molto importante ed è per questa ragione che è sempre consigliato fare indossare l’abbigliamento adatto a un viaggio in moto. Mani andare in moto senza indossare la giacca termica e i guanti, oltre alla protezione per la spina dorsale. Molto consigliato anche l’utilizzo di scarpe da moto con protezioni specifiche nei punti più delicati di piedi e caviglie e dei pantaloni termici. In fatto di sicurezza non può mancare il casco, obbligatorio per Legge. La scelta del casco è molto importante e dovrebbe essere basata su 3 parametri principali:

  • Sicurezza
  • Tipologia
  • Taglia

Casco per minori: leggere l’etichetta

Il casco che si andrà ad acquistare dovrà essere omologato alle direttive europee in fatto di sicurezza. L’omologazione europea più recente è segnalata dalla sigla ECE 22-05. Inoltre, sarà presente anche la lettera ‘E’ che indicherà l’uso nei Paesi dell’Unione Europea, mentre il numero ‘3’ indicherà la Nazione in cui è stato omologato, in questo caso l’Italia (Ad esempio il numero 1 indica la Germania e il numero 2, la Francia). Di seguito le taglie con relative misure.

  1. Taglia XXS (51-52 centimetri)
  2. Taglia XS (53-54 centimetri)
  3. Taglia S (55-56 centimetri)
  4. Taglia M (57-58 centimetri)
  5. Taglia L (59-60 centimetri)
  6. Taglia XL (61-62 centimetri)
  7. Taglia XXL (63-64 centimetri)

Casco per bambini: come sceglierlo?

Prima di tutto dobbiamo valutarne l’uso che ne faremo ovvero su percorsi trafficati o poco trafficati. Una volta deciso l’uso possiamo scegliere fra tre tipologie di caschi.

  1. Casco apribile o Demi-jet
  2. Casco integrale
  3. Casco modulare

E per quanto riguarda la taglia? Nessun problema. Basterà infatti, misurare la circonferenza della testa del bambino con un metro da sarta. La misurazione della testa dovrà avvenire sopra le orecchie e sulla fronte, a una distanza di 2 centimetri dai sopraccigli. Non dimentichiamoci che il casco per essere sicuro, dovrà aderire perfettamente al viso e non dovranno esserci spazi vuoti.

Tipologie caschi: Apribile, Integrale e Modulare

Casco apribile o Demi-jet. Questa tipologia di caschi da moto sono privi della mentoniera e hanno inoltre un’ampia visiera in grado di coprire la zona occhi e una maggiore parte del viso. La chiusura è regolata da un cinturino con regolazione micrometrica per una regolazione perfetta. Oltre ad avere una protezione morbida a livello del mento. Modelli progettati con la presenza della presa d’areazione, molto utile per far circolare l’aria e al tempo stesso per consentire al calore generato all’interno del casco di fuoriuscire all’esterno. E questi caschi sono anche personalizzabili, infatti, ognuno si può creare il proprio casco come più gli aggrada. Si ha anche la possibilità di utilizzare degli adesivi come decorazione oppure è possibile trovare in commercio modelli decorati con le immagini di supereroi e altri personaggi dei cartoni animati più amati da bambini. I caschi Demi-jet sono anche facili da pulire, grazie al fatto che tutti i suoi elementi interni si smontano facilmente per la loro pulitura.

Casco integrale. Ideale per tutti gli appassionati di motocross. Si tratta di un casco che copre integralmente la testa, in particolare nella zona degli zigomi grazie alle imbottiture (rimovibili) posizionate all’altezza delle guance. Look eccentrico grazie ai loro colori brillati che lo rendono molto gettonato tra i più grandicelli. Inoltre la visiera regolabile aiuta a proteggersi dall’eccessiva luce, dal fango e dall’acqua. Mentre le parti interne si possono smontare per essere lavate.

Casco modulari. Forse i modelli più amati dai bambini. Questi particolari caschi si possono modificare (alleggerendoli o appesantendoli) in base alle nostre esigenze. Possiamo smontare la mentoniera e se il casco è omologato PJ, significa che abbiamo tra le mani proprio un modello modulare.

Un piccolo avvertimento in merito ai modelli di caschi a scodella ancora in circolazione. Questi caschi lasciano scoperto il viso, redendoli così poco sicuri. E dal 2012 sono utilizzati solo ed esclusivamente per andare in bici. Non solo per i maschietti, anche le bambine potranno personalizzare i propri caschi, e in commercio è possibile acquistarne di molti tipi. La maggior parte di questi modelli hanno la predominanza del colore rosa ma è possibile trovare quelli con le principesse e adesivi a tema. E per le bambine tendono a essere in commercio più modelli Demi-jet che integrali. E per quanto riguarda i costi? Diciamo che girando sul web è possibile trovare caschi economici e al tempo stesso sicuri. Possiamo trovare modelli intorno ai 30 euro per poi passare a modelli oltre i 100 euro ma dipende sempre dal modello.

Ultima modifica: 10 Marzo 2021