10 errori da evitare all’esame della patente

3465 0
3465 0

La patente di guida B si può prendere o da privatista, seguendo però un numero minimo di guide con un istruttore autorizzato, o seguendo tutti i corsi teorici e pratici necessari presso una regolare scuola guida autorizzata. In entrambi i casi, ovviamente, vi sono dei costi di accesso all’esame pratico e teorico, come l’iscrizione ai corsi o il pagamento delle guide con l’istruttore, oltre alle imposte fisse di Stato. Vediamo inoltre di seguito quali sono i 10 errori da evitare all’esame della patente e al fine di superarlo brillantemente. 

Patente: 10 errori da evitare per superare l’esame 

Il conseguimentodella patente di guida è vicino quando si sa che manca solo un ultimo passo e si potrà finalmente guidare la prima automobile da soli! Quando si studia molto e si supera l’esame teorico, si potrà tirare anche un gran sospiro di sollievo perché ormai gran parte del lavoro è fatto. Ma durante l’esame pratico sono davvero tanti i trucchi da tenere a mente per dimostrare all’esaminatore che si è pronti a camminare sulle proprie gambe, anzi meglio, sulle proprie ruote! Ecco quali sono i principali errori da evitare prima e durante l’esame di guida.

Non bisogna sottovalutare l’impegno nella pratica di guida

Non è detto che le sole guide obbligatorie siano sufficienti per prepararsi all’esame. Bisogna ricordare che un po’ di pratica in più non guasta mai! Se non si proveranno varie strade e modalità di parcheggio, ad esempio, si potrebbe non acquisire quella dimestichezza e scioltezza alla guida che saranno utilissime ed imprescindibili quando l’esaminatore sarà chiamato ad una valutazione!

Prima della prova pratica, bisogna ricordarsi di ripassare un po’ anche la teoria

L’esaminatore potrebbe fare al candidato delle domande ancora prima di accendere l’auto, quindi non bisogna farsi cogliere impreparati! Qualche giorno prima dell’esame pratico di guida, sarà meglio ripassare le nozioni teoriche fondamentali come ad esempio il funzionamento del motore, le principali parti dell’auto ecc. Utile anche il ripasso della segnaletica stradale sia orizzontale che verticale. 

Bisogna sapere anche come cambiare l’olio motore

Prima di presentarsi all’esame di guida, è importante saper aprire il cofano e individuare la batteria, sapere dove mettere il liquido per il tergicristallo, controllare l’olio: si tratta di semplici operazioni da non sottovalutare per la loro importanza! Si può anche provare a farle insieme all’istruttore stimolando la propria curiosità su diversi veicoli prima di affrontare l’esame e chiedendo anche aiuto ad amici e parenti. 

Saper riconoscere le spie sul cruscotto

Il candidato poi, dovrebbe essere sicuro/adi saper riconoscere tutte le spie luminose posizionate sul cruscotto. Il riconoscimento di una o più spie è una delle domande classiche e più ricorrenti dell’esame di guida: si potrà fare una prova su diverse automobili, cercando di non tralasciare di ripassare le istruzioni sul da farsi nel caso in cui una certa spia dovesse accendersi. 

Mai partire “in quarta”

Una volta che l’esaminatore chiederà al candidato di mettere in moto e partire, non bisognerà avere fretta. Spesso l’ansia del principiante spinge ad accendere subito, “in quarta”! Invece bisogna prepararsi scrupolosamente alla propria sessione di guida e quindi bisogna:

  • sistemare sedile e schienale per avere una buona visuale e per riuscire anche a raggiungere comodamente i pedali;
  • regolare gli specchietti;
  • controllare che sia inserito il freno a mano;
  • verificare che sia ingranata la prima marcia;
  • allacciare le cinture.

Da ultimo, bisognerà dimostrare di essere calmi e prudenti.

Mettere via il cellulare

Come per tutti gli esami, il cellulare non è il benvenuto durante la sessione di guida e non bisognerà usarlo in nessun modo, costituendo un errore da bocciatura. La prova pratica di guida richiede concentrazione, attenzione agli altri veicoli, alla sicurezza, alle richieste dell’esaminatore. In questo contesto, lo smartphoneè abolito e va quindi tenuto lontano e spento: ricevere una banale notifica potrebbe distrarre il guidatore magari proprio mentre stai facendo una manovra difficile!

Dare sempre la precedenza ai pedoni 

Un altro errore che potrebbe compromettere l’esito dell’esame di guida e portare ad una sicura bocciatura è quello di non dare la precedenza ai pedoni, sia che arrivino da destra che da sinistra. 

Il candidato, quindi, per prendere la patente B, deve imparare a rallentare e a rispettare le distanze delle strisce pedonaliil pedone è sacro, durante e dopo l’esame di guida! 

Mai andare in panico dopo il primo errore

Fare un esame perfetto ed impeccabile sotto tutti i punti di vista è davvero difficile se non impossibile ma è importante mantenere la calmaper reagire in sicurezza e essere sicuri di ottenere a patente di guida. Anche se, per esempio, si commette un errore grave, come spegnere il motore, se viene gestito bene l’esaminatore potrebbe dare l’opportunità di rimediare e proseguire la prova, dando segno di voler superare il primo ostacolo.

Rimanere sempre con i piedi per terra

Se ci si sente già sicuri al volante, si potrebbe cadere nell’errore di sopravvalutarsi o essere troppo rilassati e quindi compromettere l’andamento dell’esame su basi di natura psicologica ed emotiva! A una richiesta dell’esaminatore, come quella di fare un parcheggio con manovra a scelta, non ci si dovrà imbarcare in manovre complesse solo per dimostrare le proprie capacità perché è proprio qui che si potrebbe cadere in errore. Se si è principianti è sempre meglio scegliere cose semplici!

Stare attenti a non confondere “sosta” e “fermata”

Con la prova pratica di guida, si è quasi raggiunto l’obiettivo: l’esame di guida sta per finire e arriva l’ultima richiesta dell’esaminatore che in genere è: “Accosti a destra”, ma il problema è cosa si intenda. In sosta o fermata? 

Auto in “sosta”, sarà a motore spento, con la marcia innestata (la prima oppure la retromarcia se si è in discesa) e il freno a mano tirato. In “fermata”vuol dire a motore acceso, marcia in folle e freno a mano tirato. E prima di scendere, non bisognerà dimenticare di fare tutti i controlli necessari e guardare a sinistra prima di aprire lo sportello del lato guida per scendere!

Ultima modifica: 28 Novembre 2022