Un automobilista su due non sa di dover effettuare la ricalibratura ADAS dopo la sostituzione del parabrezza

4868 0
4868 0

Circa il 60% dei clienti Carglass non è a conoscenza del fatto che la telecamera installata sul parabrezza della propria auto necessita di una ricalibratura al fine di rendere efficaci i dispositivi di sicurezza.

È sicuramente il dato più rilevante scaturito da una indagine che il leader nella riparazione e sostituzione dei vetri auto, specialista anche nella ricalibratura degli ADAS, ha condotto dal 1 febbraio 2020 al 28 febbraio 2021 sui propri clienti.

Un dato che testimonia ancora una scarsa consapevolezza in materia di ricalibratura dei sistemi di assistenza alla guida a fronte di una sempre maggiore diffusione degli stessi. Una crescita confermata anche dal recente traguardo raggiunto da Belron, leader mondiale nella riparazione e sostituzione dei cristalli per auto, che nel 2020 ha superato complessivamente 1.000.000 di interventi di ricalibratura degli ADAS.

Ma il tasso di penetrazione di questi sistemi e quindi le ricalibrature degli stessi crescono anche nel mercato italiano: nel 2020, seppur influenzata dai mesi di lockdown e quindi di limitazione alla circolazione, Carglass ha registrato una media del 20,5% sugli interventi di sostituzione del parabrezza (nel 2019 era il 16%). Nel periodo giugno-ottobre dello scorso anno (mesi con minori limitazioni alla circolazione) il dato sale al 23% rispetto all’anno precedent.

Tornando ai risultati dell’indagine un riscontro leggermente migliore si ottiene quando si parla genericamente di ADAS: il 63,7% degli intervistati era a conoscenza del fatto che il proprio veicolo fosse equipaggiato con dispositivi di sicurezza come deviazione di corsia, frenata assistita o riconoscimento dei segnali stradali. Solo il 53,8% dei clienti intervistati, però, era a conoscenza del fatto che la telecamera installata sul parabrezza della propria auto controllasse i sopraindicati dispositivi di sicurezza. Quando si passa, però, alla percezione dell’importanza della ricalibratura degli ADAS il feedback dei clienti è netto: Il 94,4% ha dato un valore da 8 a 10 su una scala da 0 a 10.

La conoscenza sulla tematica generale è destinata ad aumentare considerato l’avvicinarsi dell’appuntamento, tra circa due anni, con la normativa ratificata presso il Parlamento Europeo, dopo la presentazione dell’accordo ufficiale alla Commissione UE, che impone alle case automobilistiche di integrare questi dispositivi di serie, proponendoli su ogni vettura a partire da luglio 2022. Questa scadenza riguarda i veicoli di nuova immatricolazione, mentre per le auto già in commercio l’obbligatorietà dell’adozione dei sistemi ADAS scatterà da maggio 2024.

Fabio Felisi GM Belron Italia
Fabio Felisi GM Belron Italia

Le parole di Fabio Felisi, General Manager Belron Italia

“Stiamo assistendo a dei cambiamenti importanti nel mercato automotive che, al fine di garantire maggiore sicurezza agli automobilisti e non solo, vanno sempre di più verso l’utilizzo di servizi legati alla tecnologia e gli ADAS sono sicuramente tra questi. Un’evoluzione che richiede investimenti, formazione ma anche consapevolezza e conoscenza da parte degli utenti. In questa direzione, i dati della nostra ricerca confermano che bisogna investire ancora molto in attività di educational nei confronti degli automobilisti. La sicurezza dei clienti è nel nostro DNA e ci guida quotidianamente nelle nostre attività. Vogliamo quindi giocare un ruolo fondamentale per contribuire ad aumentare la conoscenza di questi dispositivi che possono salvare la vita quando si è alla guida di un’auto”.

Leggi anche: tutte le news Carglass

Ultima modifica: 16 marzo 2021