Toyota: prove di interni per auto a guida autonoma

3305 0
3305 0

Al prossimo CES di Las Vegas (8-11 gennaio 2019), Toyota Boshoku, divisione del gruppo giapponese che si occupa di sviluppare accessori e componenti per veicoli, presenterà due proposte dedicate agli interni delle auto a guida autonoma.

Leggi anche: Bosch al Ces di Las Vegas 2019

Il primo progetto si chiama ACES, acronimo che sta per Active Comfort Engaging Space. √ą pensato per veicoli con tecnologie di guida autonoma di livello 4: e infatti si vede, dal rendering, il volante necessario al conducente per mantenere il controllo. Esteticamente, a parte uno stile ipermoderno, non si notano particolari novit√†. La¬†caratteristica pi√Ļ interessane risiede nelle possibili funzioni disponibili.

Toyota ACES
Toyota ACES (Foto: Toyota Boshoku)

Il concept √® infatti dotato di un sistema di rilevamento del corpo e della postura, che usa fotocamere e sensori sui sedili per rilevare la posizione della persona. Attraverso questo screening sia il sedile che le cintura si regolano in modo automatico. ACES sar√† in grado anche di rilevare lo stato d’animo del conducente: se questo √® stressato il sistema regola in autonomia l’illuminazione e spruzza anche una fragranza calmante nell’abitacolo.

Leggi anche: Lazareth LMV 496: la moto volante francese

L’altro progetto di Toyota Boshoku si chiama Moox, nome che deriva dalla combinazione delle parole “mobile” e “box”.

Toyota Moox
Toyota Moox (Foto: Toyota Boshoku)

E in effetti, a guardare l’immagine, appare chiaro il riferimento a una scatola con le ruote. Quest’idea √® sviluppata per veicoli completamente autonomi, ma non ci sono ancora dettagli su possibili funzioni e sistemi tecnologici.

Ultima modifica: 28 Dicembre 2018